Il rapporto tra etica ed economia nel magistero della Chiesa e la categoria teologico-giuridica della caritas

AutoreAdriana Chirico
Pagine119-131
ADRIANA CHIRICO
IL RAPPORTO TRA ETICA ED ECONOMIA
NEL MAGISTERO DELLA CHIESA
E LA CATEGORIA TEOLOGICO-GIURIDICA
DELLA CARITAS
S: 1. I fondamenti del pensiero sociale di Benedetto XVI. – 2. Rapporti
economici e nozione giuridica di caritas. – 3. Principi ritornanti della dottrina
sociale cristiana.
1. Con l’enciclica sociale di Benedetto XVI Caritas in veritate la virtù
teologale della carità viene assunta a criterio etico-normativo che riposiziona
in modo nuovo i contenuti portanti della dottrina sociale della Chiesa1. Il
Pontefice sovverte l’approccio consueto alla coppia concettuale carità-giusti-
zia, gravata da un sostanziale dualismo autonomistico tra il civile e il religio-
so. Questa concezione assegna alla giustizia il compito di regolare positiva-
mente i rapporti sociali, avendo come criterio la sola ragione, al di là delle
convinzioni religiose; in questa logica la carità sarebbe la forma utopica dei
rapporti umani e che investe le convinzioni personali e la buona volontà del
singolo, senza poter essere fattore regolativo dei rapporti sociali. Così l’im-
pegno del cristiano nel mondo viene identificato nel volontariato, nell’assi-
stenza sociale, nel servizio al povero o nelle forme utopiche del pacifismo e
della salvaguardia del creato. Benedetto XVI, già a partire dalla sua prima
enciclica, Deus caritas est, mette in discussione questo schema e dice che
alla carità va riconosciuto uno specifico rilievo politico e non va identificata
1 I documenti fondamentali del Magistero sociale della Chiesa sono: P C
 G   , Compendio della dottrina sociale della Chiesa, Città del Vaticano,
2004; L XIII, Rerum Novarum (1891); P XI, Quadragesimo Anno (1931); P XI, Divini
Redemptoris (1937); P XII, Discorso di Pentecoste 1941; P XII, Radiomessaggi natalizi
1941/1942; G XXIII, Mater et Magistra (1961); G XXIII, Pacem in Terris (1963);
C V II, Gaudium et Spes (1965); P VI, Populorum Progressio (1967); P
VI, Octogesima Adveniens (1971); G P II, Laborem Exercens (1981); G P-
 II, Sollicitudo Rei Socialis (1987); G P II, Centesimus Annus (1991); B
XVI, Caritas in Veritate (2009).

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA