La protezione giuridica della persona dall'esposizione a campi elettro-magnetici

AutoreFerdinando Parente
Pagine179-195
SO M M A R I O : 1. Le misure di protezione della salute, della sicurezza e dell’integrità
della persona e di preservazione degli habitat naturali ed urbanizzati nei testi
normativi interni e comunitari. 2. L’incertezza circa gli effetti bio-patologici
delle «radiazioni non ionizzanti» sul corpo umano e le tecniche precauzionali
di intervento normativo: il principio di precauzione; il principio prudent avoi-
dance; il principio Alara. – 3. La protezione dell’individuo dall’esposizione a
campi elettrici, magnetici ed elettromagnetici di origine artificiale nella legge-
quadro 22 febbraio 2001, n. 36. La rilevanza giuridica delle nozioni tecniche
di «esposizione radioattiva», «limite di esposizione» e «valore di attenzione». –
4. L’obiettivo della legge-quadro di tutelare la persona umana dall’esposizione
ad onde potenzialmente nocive prodotte da elettrodotti, apparecchiature per usi
civili, militari e di polizia e da impianti radar, radioelettrici, di telefonia mobile
e di radiodiffusione. L’esclusione dall’àmbito di applicazione della normativa di
settore delle esposizioni intenzionali per scopi diagnostici e terapeutici. Il regime
speciale di protezione per le emissioni prodotte dagli apparecchi e dai dispositivi
per uso domestico, individuale e lavorativo. – 5. I criteri di localizzazione, gli
standards edilizi ed urbanistici, le prescrizioni e i limiti per la costruzione degli
impianti di produzione dei campi elettromagnetici come parametri precauzionali
aggiuntivi di attenuazione del rischio dei pregiudizi a lungo termine per l’inte-
grità e la sanità biofisica della persona. – 6. Il «ruolo portante» della persona nel
sistema della legalità costituzionale e comunitaria e il bilanciamento tra i valori
fondamentali della persona e le ulteriori entità valoriali accreditate da rango co-
stituzionale nella modulazione applicativa della legge-quadro.
1. La tutela della salute della persona1
-
1     
persona (P. PERLINGIERI, Il diritt o alla salute quale diritto della personalità, in Rass. dir. civ.,
1982, 1040 ss. e in ID., La persona e i suoi diritti. Problemi del diritto civile, Napoli 2005, 103
 -
FERDINANDO PARENTE
LA PROTEZIONE GIURIDICA
DELLA PERSONA DALL’ESPOSIZIONE
A CAMPI ELETTRO-MAGNETICI
180 Annali della Facoltà di Giurisprudenza di Taranto — Anno I – N. 1
servazione dell’ambiente e degli habitat naturali ed urbanizzati2, in
po dell’uomo [P. PERLINGIERI, La personalità umana nell’ordinamento giuridico, Camerino-
Napoli 1972, 183; ID., La tutela giuridica della «integrità psichica» (A proposito delle psicotera-
pie), in Riv. trim            
fortemente condizionata dalle circostanze ambientali, sociali ed economiche che connotano il
contesto della vita umana (P. PERLINGIERI, Il diritto alla salute quale diritto della personalità,
cit., 106-108; P. PERLINGIERI e L. CORSARO, in P. PERLINGIERI e AA. VV., Manuale di
diritto civile, 5ª ed., Napoli 2005, 675 ss.; C. CASTRONOVO, Dal danno alla salute al danno
alla persona, in Riv. crit. dir. priv., 1996, 245 ss.; F.D. BUSNELLI, Interessi della persona e ri-
sarcimento del danno, in Riv. trim., 1996, 11 ss.).
2       -
cative dell’uomo, t utelate dall’ordinamento giuridico, la cui conservazione è essenziale per il
pieno sviluppo della persona umana (art. 2 Cost.) (cfr. F. PARENTE, La responsabilità civile per
danni cagionati alla fauna selvatica omeoterma, in Rass. dir. civ., 2006, 111, nota 22; A.
LAMANUZZI, Il danno ambientale, Napoli 2002, 5 ss.). Anche nella ricostruzione della giuri-
           
autonoma, avente valore primario nel sistema ordinamentale, costituita da una molteplicità siner-
    
persona [Corte cost., 15 luglio 1994. n. 302, in Foro it., 1994, I, 2942; Cass., 1° settembre 1995,
n. 9211, in Giust. civ., 1996, I, 777 ss.; Cass., 28 ottobre 1993, n. 9727, in F. CIOFFI, La tutela
della fauna selvatica, in P. Cendon (a cura di), Il diritto delle relazioni affettive. Nuove responsa-
bilità e nuovi danni, III, Padova, 2005, 2096 ss.]. La nozione unitaria di ambiente, comprensiva
delle risorse naturali e culturali, veicolata nell’ordinamento italiano dal diritto comunitario (art.
174, Trattato CE) (cfr. Cass., 28 ottobre 1993, n. 9727, cit.; Cass., 6 ottobre 1979, n. 5172, in Foto
it., 1979, I, 2302) e agevolata dalla prospettiva ecologica, che intende per ambiente l’equilibrio
della biosfera e degli ecosistemi di riferimento (P. D’ADDINO SERRAVALLE, La tutela del
patrimonio ambientale, culturale e naturalistico nelle pagine della Rassegna di diritto civile, in
AA. VV., Temi e problemi della civilistica contemporanea, Napoli, 2005, 309 ss.), ha permesso di
superare la tradizionale visione atomistica di ambiente, fondata sulla combinazione occasionale di
singoli beni materiali (F. PARENTE, o.c., 112, nota 23). L’ordinamento comunitario (artt. 2, 3 e
6, parte I, e artt. 174-176, titolo XIX, Trattato CE) ha individuato gli obi ettivi della politica am-
bientale della Comunità europea nella salvaguardia e nel miglioramento della qualità dell’ambien-
te, nella protezione della salute umana, nell’utilizzazione razionale delle risorse naturali e nella
promozione internazionale di misure destinate a risolvere i problemi ambientali, alla luce di una
    
e marine, nonché della qualità del cibo e dell’acqua potabile, della conservazione degli habitat
F. PARENTE, o.c., 105, nota 1; P. FOIS, Il diritto ambien-
tale nell’ordinamento dell’Unione Europea, in G. CORDINI, P. FOIS e S. MARCHISIO, Diritto
 , Torino 2005, 60; V. CORRIERO, La fun-
zione sociale della proprietà nelle aree protette, Napoli 2005, 37 ss.; L. KRAMER, Manuale di
diritto comunitario per l’ambiente       
«bene giuridico» autonomo, ma anche sui rilievi critici a questa impostazione e sui rapporti tra la
tutela ambientale e il diritto alla salute, cfr. A. FLAMINI, Danno ambientale, in AA. VV., Temi e
problemi della civilistica contemporanea, cit., 440; G. CORDINI, P. FOIS e S. MARCHISIO,
o.c., 20 ss.; B. CARAVITA DI TORITTO, Costituzione, principi costituzionali e tecniche di nor-
mazione per la tutela dell’ambiente, in S. Grassi, M. Cecchetti e A. Andronio (a cura di), Ambiente
e diritto, Firenze 1999, 175 ss.; S. GRASSI, Ambiente e diritto del cittadino, in Scritti in onore di
Giuseppe Guarino, Padova 1998, II, 499 ss.; A. BALDASSARRE, Diritti della persona e valori
costituzionali, Torino 1997, passim; B. CARAVITA DI TORITTO e A. MARRONE, La giuri-
sprudenza costituzionale in materia ambientale del 1994, in Riv. giur. amb., 1996, 355 ss.; D.
BORGONOVO RE, Contributo allo studio del danno ambientale, in Riv. giur. amb., 1992, 257
ss.; M. LUCIANI, «Salute (diritto alla salute-diritto costituzionale)», in Enc. giur., XXVII, Roma
1991, 1 ss.; L. VIOLINI, Protezione della salute e dell’ambiente «ad ogni costo», in Giur. cost.,
1990, 727 ss.; G. MORBIDELLI, I danno ambientale nell’art. 18 l. 349/1986. Considerazioni
introduttive, in Riv. crit. dir. priv., 1987, 599 ss.; A. POSTIGLIONE,  
giuridico unitario, in Riv. trim. dir. pubbl., 1985, I, 32 ss.; F. DI GIOVANNI, Strumenti privatisti-
ci e tutela dell’ambiente, Torino 1982, 13 ss.; S. PATTI, La tutela civile dell’ambiente, Padova

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA