Le modificazioni dell'atto costitutivo

Autore:A. Moretti
Pagine:237-248
RIEPILOGO

1. Le deliberazioni che modificano lo statuto. 2. Le modifiche del capitale sociale. 3. L’aumento del capitale sociale. 4. La riduzione del capitale sociale.

 
ESTRATTO GRATUITO
237
18
LE MODIFICAZIONI DELL’ATTO
COSTITUTIVO
1
Le deliberazioni che modificano lo statuto
Rientrano nell’ambito delle modificazioni dello statuto:
- la sostituzione dei patti intercorsi tra i soci al momento della co-
stituzione della società, e inseriti nell’atto costitutivo o nello statuto,
con nuove pattuizioni aventi un diverso contenuto;
- l’introduzione di nuove clausole statutarie che vanno ad aggiungersi
a quelle già esistenti pur senza modificarle.
Anche in questo secondo caso, in fatti, si ha una “modifica”, la quale, però, non incide sul
contenuto volontario del contratto di società, bensì sul suo contenuto legale, in quanto
implica una deroga alle norme dispositive di legge che regolano l’organizzazione e il
funzionamento della società (Galgano).
Già sappiamo che le decisioni relative alla modifica dell’atto costitu-
tivo e dello statuto sono di competenza dell’assemblea straordinaria.
Dobbiamo ora evidenziare che, trattandosi di decisioni particolar-
mente importanti nella vita della società, le stesse sono specifica-
mente disciplinate dagli artt. 2436 e ss. c.c.; tali norme sono dirette
ad assicurare la pubblicità delle deliberazioni assembleari in esame
ed a tutelare il socio che non è d’accordo con esse.
a) Iscrizione nel registro delle imprese
Il notaio che ha redatto il verbale dell’assemblea straordinaria deve
verificare che siano state adempiute tutte le condizioni e le formalità
richieste dalla legge.
Se questa verifica dà esito positivo, egli deve - entro trenta giorni
- chiedere l’iscrizione della deliberazione di modifica dell’atto
costitutivo nel registro delle imprese. L’ufficio del registro delle
imprese, una volta verificata la regolarità formale della documenta-
zione, iscrive la delibera nel registro.
Il notaio, qualora ritenga non adempiute le condizioni stabilite dal-
la legge, deve darne comunicazione agli amministratori, i quali, nei
Nozione
Competenza

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA