CONCORSO (scad. 28 giugno 2012) - Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione, a tempo indeterminato, di una unita' di personale con il profilo di tecnologo in prova - III livello professionale per l'unita' di gestione tecnica, patrimonio immobiliare e tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.

 
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE CENTRALE DELLE RISORSE UMANE E DEGLI AFFARI GENERALI Vista la legge 20 marzo 1975, n. 70;

Visto il decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 419, recante riordinamento del sistema degli enti pubblici;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 20 gennaio 2001, n. 70, concernente il regolamento di organizzazione dell'Istituto superiore di sanita' a norma dell'art. 9 del citato decreto legislativo n. 419/1999;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 12 febbraio 1991, n. 171;

Visto il decreto legislativo 11 aprile 2006, n. 198, concernente il codice delle pari opportunita' tra uomo e donna;

Vista la legge 5 febbraio 1992, n. 104;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni;

Visto il decreto legislativo 12 maggio 1995, n. 196, e successive modificazioni;

Vista la legge 27 dicembre 1997, n. 449, concernente norme generali sull'amministrazione del patrimonio e sulla contabilita' generale dello Stato, ed in particolare l'art. 39, comma 1, come successivamente modificato ed integrato;

Vista la legge 23 novembre 1998, n. 407, concernente 'Nuove norme in favore delle vittime del terrorismo e della criminalita' organizzata' e successive modificazioni ed integrazioni;

Vista la legge 12 marzo 1999, n. 68;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, concernente il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa;

Visto il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, in particolare l'art. 34-bis del decreto medesimo, e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto il C.C.N.L. relativo al personale delle istituzioni e degli enti di ricerca e sperimentazione, sottoscritto il 7 aprile 2006;

Visto il C.C.N.L. sottoscritto il 13 maggio 2009 e relativo al suddetto personale;

Visto il decreto del Presidente dell'istituto 3 ottobre 2002, concernente il regolamento recante norme per il reclutamento del personale dell'Istituto superiore di sanita' e sulle modalita' di conferimento degli incarichi e delle borse di studio;

Visto il decreto del Presidente dell'istituto 24 gennaio 2003, concernente il regolamento recante norme per l'organizzazione strutturale e la disciplina del rapporto di lavoro dei dipendenti dell'istituto predetto, come modificato con decreto del Presidente dell'istituto stesso 9 novembre 2005;

Visto il decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196;

Vista la legge 27 dicembre 2006, n. 296, ed in particolare l'art.

1, comma 519, della legge medesima;

Vista la legge 24 dicembre 2007, n. 244, ed in particolare l'art.

3, comma 90 della legge medesima;

Vista la deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 8 allegata al verbale n. 96/2010;

Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 novembre 2010, con cui l'Istituto superiore di sanita' e' stato autorizzato, ai sensi dell'art. 35, comma 4, del citato decreto legislativo n. 165/2001, ad avviare, tra le altre, procedure pubbliche concorsuali per complessivi n. 3 posti, di tecnologo III livello professionale;

Vista la deliberazione n. 11 allegata al verbale n. 107 del 29 marzo 2012, con la quale il Consiglio di Amministrazione del predetto istituto ha approvato le modalita' di indizione e di svolgimento della procedura concorsuale per la copertura del rimanente posto per il profilo di tecnologo;

Ritenuto di dare esecuzione alla predetta deliberazione del Consiglio di Amministrazione n. 11 del 29 marzo 2012;

Accertata la disponibilita' di posti nella dotazione organica del profilo in questione;

Decreta:

Art. 1

  1. E' indetto un pubblico concorso, per titoli ed esami, per l'assunzione, a tempo indeterminato, di una unita' di personale con il profilo di tecnologo in prova - III livello professionale dell'Istituto superiore di sanita' per l'Unita' di gestione tecnica, patrimonio immobiliare e tutela della salute e sicurezza dei lavoratori.

    Art. 2

  2. Al suddetto concorso possono partecipare i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

    1. cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione europea.

      Sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica;

    2. laurea in ingegneria o in architettura rilasciata da una universita' della Repubblica. In caso di titolo accademico rilasciato da universita' di altro Stato dell'Unione europea, deve esserne riconosciuta l'equiparazione alla laurea italiana con le modalita' prescritte dall'art. 38, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

    3. abilitazione professionale e iscrizione all'albo;

    4. attestato di frequenza al corso per coordinatori della sicurezza in fase di progettazione e in fase di esecuzione con relativo aggiornamento (Decreto legislativo 81/08 - All.XIV);

    5. abilitazione alle pratiche antincendio di cui alla legge n.

      818/84;

    6. abilitazione a svolgere le funzioni di responsabile del servizio di prevenzione e protezione;

    7. esperienza maturata svolgendo attivita' tecnologica e/o professionale, per un triennio post lauream inerente alle attivita' dell'Unita' di gestione tecnica, patrimonio immobiliare, tutela della salute e sicurezza dei lavoratori (di cui al decreto del Presidente 24 gennaio 2003 e successive modificazioni) presso strutture pubbliche o private, ovvero dottorato di ricerca attinente alle suddette attivita'. Il possesso dei requisiti di cui ai sopra indicati punti c), d), e) f) e g) sara' accertato dalla commissione esaminatrice, che dovra' darne tempestivamente notizia all'Ufficio selezione e reclutamento del personale e borse di studio dell'istituto, al fine dell'eventuale esclusione dei candidati che non risultassero in possesso dei requisiti stessi;

    8. posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;

    9. idoneita' fisica all'impiego; l'istituto si riserva di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori del concorso.

  3. I candidati che siano cittadini di uno Stato membro dell'Unione europea diverso da quello italiano dovranno possedere, altresi', adeguata conoscenza della lingua italiana. Detta conoscenza sara' accertata dalla commissione esaminatrice tramite apposito colloquio che precedera' la prova scritta di cui al successivo art.

  4. Non possono essere ammessi al concorso:

    1. coloro che siano esclusi dall'elettorato politico attivo;

    2. coloro che siano stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento;

    3. coloro che siano stati dichiarati decaduti da un altro impiego pubblico per aver conseguito l'impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidita' insanabile.

  5. I requisiti di cui al presente articolo devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione al concorso.

  6. L'esclusione dal concorso per difetto dei prescritti requisiti potra' essere disposta in ogni momento con decreto motivato del direttore della Direzione centrale delle risorse umane e degli affari generali.

    Art. 3

  7. La domanda di ammissione al concorso, redatta su carta semplice, dovra' essere spedita a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, con esclusione di qualsiasi altro mezzo, indirizzata all'Istituto superiore di sanita' - Ufficio selezione e reclutamento del personale e borse di studio, viale Regina Elena n. 299 - 00161

    Roma, o tramite equivalente mezzo informatico(PEC) indirizzo:

    protocollo-centrale@iss.mailcert.it, entro il termine perentorio di giorni trenta, che decorre dalla data di pubblicazione del presente decreto nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica. Tale termine, qualora venga a scadere in giorno festivo, si intendera' protratto al primo giorno non festivo immediatamente seguente.

  8. Il timbro a data dell'ufficio postale accettante fara' fede al fine dell'accertamento della spedizione della domanda nel termine sopra indicato. I candidati sono tenuti a conservare la ricevuta di spedizione per poterla esibire a richiesta dell'amministrazione.

  9. Il ritardo nella presentazione della domanda, quale ne sia la causa, anche se non imputabile al candidato, importa la inammissibilita' del candidato stesso al concorso.

  10. Il bando del concorso sara' inserito nel sito internet dell'Istituto superiore di sanita' www.iss.it 5. Nella domanda di partecipazione, possibilmente dattiloscritta, di cui si allega uno schema esemplificativo (allegato A), gli aspiranti debbono dichiarare:

    1) il cognome ed il nome;

    2) il luogo e la data di nascita;

    3) la residenza;

    4) il...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA