I danni da fumo passivo

Autore:Claudia Morgana Cascione
Pagine:235-239
 
ESTRATTO GRATUITO
235
PARTE SECONDA
I DANNI DA FUMO PASSIVO
5. Diritto alla salute v. libertà di fumare
Sul fronte del fumo passivo si registra, nel nostro ordinamento, un
orientamento giurisprudenziale più risalente e consolidato rispetto a
quanto è dato rilevare con riguardo al fumo attivo. Le Corti, infatti, si
sono rivelate ben presto propense a riconoscere i diritti dei non fuma-
tori lesi dal fumo altrui.
Cerchiamo di comprenderne le ragioni. Innanzitutto, la pericolosi-
tà del fumo passivo è divenuta di attualità con la pubblicazione, nel
1986, del Health Consequences of Involuntary Smoking, un rapporto
del ministero della sanità statunitense, secondo cui «inhalation of to-
bacco smoke during active sigarette smoking remains the largest
single preventable cause of death and disability for the U.S. popula-
tion»61. Da quel momento in poi non è stato più seriamente confutabi-
le che il fumo altrui possa essere dannoso quanto il proprio e si sono
moltiplicate le azioni volte a far valere la correlazione causale tra
envinromental tobacco smoke e tumore polmonare.
Del resto, nei soggetti esposti al fumo passivo, manca qualsiasi
autodeterminazione: è, cioè, assente quella freedom of choice che, ca-
ratterizzando, invece, l’atteggiamento dei fumatori, ha condotto al ri-
getto di numerose pretese risarcitorie nelle controversie intentate per il
risarcimento dei danni da fumo attivo.
Inoltre, ciò che viene in rilievo nelle controversie promosse per
fumo passivo, è il contrasto tra due opposti diritti: da un lato il diritto
alla salute del non fumatore, dall’altro il diritto di autodeterminazione
del fumatore. Tra di essi, di cui il primo trova tutela nell’art. 32 Cost.,
e il secondo, invece, non gode di un’espressa copertura costituzionale,
deve darsi prevalenza alla salute, «bene primario che assurge a diritto
fondamentale della persona ed impone piena ed esaustiva tutela, tale da
operare sia in ambito pubblicistico sia nei rapporti di diritto privato62».
61 The health consequence of involuntary smoking, U.S. DHHS Surgeon General
1986.
62 Corte Cost., 20 dicembre 1996, n. 399 in Danno e resp., 1997, 174 ss. con nota
di G. PONZANELLI, Fumo passivo e tutela nei luoghi di lavoro, nonché in Ambiente,
1997 annotata da G. MAMMONE, La salute dei lavoratori non fumatori.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA