Testo del decreto-legge 30 dicembre 2005, n. 272 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 303 del 30 dicembre 2005), coordinato con la legge di conversione 21 febbraio 2006, n. 49, recante ??Misure urgenti per garantire la sicurezza ed i finanziamenti per le prossime Olimpiadi invernali, nonche' la funzionalita' dell'Amministrazi...

 
ESTRATTO GRATUITO

Avvertenza:

Il testo coordinato qui pubblicato e' stato redatto dal Ministero della giustizia ai sensi dell'art. 11, comma 1, del testo unico delle disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull'emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092, nonche' dell'art. 10, commi 2 e 3, del medesimo testo unico, al solo fine di facilitare la lettura sia delle disposizioni del decreto-legge, integrate con le modifiche apportate dalla legge di conversione, che di quelle modificate o richiamate nel decreto, trascritte nelle note. Restano invariati il valore e l'efficacia degli atti legislativi qui riportati.

Le modifiche apportate dalla legge di conversione sono stampate con caratteri corsivi.

Tali modifiche sul terminale sono tra i segni (( ... ))

A norma dell'art. 15, comma 5, della legge 23 agosto 1988, n. 400 (Disciplina dell'attivita' di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri), le modifiche apportate dalla legge di conversione hanno efficacia dal giorno successivo a quello della sua pubblicazione.

Nel testo coordinato qui pubblicato gli articoli del testo unico delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, vengono riportati privi delle modifiche apportate dalla legge qui pubblicata.

Si procedera' successivamente alla pubblicazione del testo aggiornato del citato decreto del Presidente della Repubblica 9 ottobre 1990, n. 309, ai sensi dell'art. 11, comma 2, del testo unico delle disposizioni sulla promulgazione delle leggi, sull'emanazione dei decreti del Presidente della Repubblica e sulle pubblicazioni ufficiali della Repubblica italiana, approvato con D.P.R. 28 dicembre 1985, n. 1092.

Art. 1.

Assunzione di personale della Polizia di Stato

1. Al fine di prevenire e contrastare il crimine organizzato ed il terrorismo interno ed internazionale, anche per le esigenze connesse allo svolgimento delle Olimpiadi invernali, nonche' per assicurare la funzionalita' dell'Amministrazione dell'interno, nell'ambito del contingente di assunzioni autorizzate per l'anno 2006 per la Polizia di Stato, e' autorizzata l'assunzione, a decorrere dal 1° gennaio 2006, fino a 1.115 agenti ausiliari trattenuti della Polizia di Stato frequentatori del 61° e del 62° corso di allievo agente ausiliario di leva della Polizia di Stato.

2. Le assunzioni di cui al comma 1 sono effettuate in deroga a quanto previsto dall'articolo 1, comma 95, della legge 30 dicembre 2004, n. 311, entro il limite di spesa massimo di 34.676.500 euro a decorrere dall'anno 2006. Al relativo onere si provvede, quanto a 14.676.500 euro per l'anno 2006 e a 34.676.500 euro a decorrere dall'anno 2007, mediante corrispondente riduzione dell'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 1, comma 96, della medesima legge n. 311 del 2004 e, quanto a 20.000.000 di euro per l'anno 2006, mediante corrispondente riduzione dell'autorizzazione di spesa di cui all'articolo 3, comma 151, della legge 24 dicembre 2003, n. 350.

3. Relativamente alle ulteriori assunzioni nella Polizia di Stato da effettuarsi nell'anno 2006 nell'ambito del contingente autorizzato per le esigenze di cui al comma 1, e' assicurata la precedenza ai volontari in ferma breve delle Forze armate vincitori dei concorsi per agente della Polizia di Stato, pubblicati nelle Gazzette Ufficiali della Repubblica italiana - 4ª serie speciale - n. 36 dell'8 maggio 2001 e n. 47 del 14 giugno 2002.

4. Il Ministro dell'economia e delle finanze e' autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

5. Soppresso.

Riferimenti normativi:

- Si riporta il testo dell'art. 1, commi 95 e 96 della

legge 30 dicembre 2004, n. 311 (Disposizioni per la

formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato -

legge finanziaria 2005):

95. Per gli anni 2005, 2006 e 2007 alle

amministrazioni dello Stato, anche ad ordinamento autonomo,

alle agenzie, incluse le agenzie fiscali di cui agli

articoli 62, 63 e 64 del decreto legislativo 30 luglio

1999, n. 300, e successive modificazioni, agli enti

pubblici non economici, agli enti di ricerca ed agli enti

di cui all'art. 70, comma 4, del decreto legislativo

30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, e' fatto

divieto di procedere ad assunzioni di personale a tempo

indeterminato, ad eccezione delle assunzioni relative alle

categorie protette. Il divieto si applica anche alle

assunzioni dei segretari comunali e provinciali nonche' al

personale di cui all'art. 3 del decreto legislativo

30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni. Per le

regioni, le autonomie locali ed il Servizio sanitario

nazionale si applicano le disposizioni di cui al comma 98.

Sono fatte salve le norme speciali concernenti le

assunzioni di personale contenute: nell'art. 3, commi 59,

70, 146 e 153, e nell'art. 4, comma 64, della legge

24 dicembre 2003, n. 350; nell'art. 2 del decreto-legge

30 gennaio 2004, n. 24, convertito, con modificazioni,

dalla legge 31 marzo 2004, n. 87, nell'art. 1, comma 2,

della legge 27 marzo 2004, n. 77, e nell'art. 2, comma

2-ter, del decreto-legge 27 gennaio 2004, n. 16,

convertito, con modificazioni, dalla legge 27 marzo 2004,

n. 77. Sono fatte salve le assunzioni connesse con la

professionalizzazione delle Forze armate di cui alla legge

14 novembre 2000, n. 331, al decreto legislativo 8 maggio

2001, n. 215, ed alla legge 23 agosto 2004, n. 226. Sono,

altresi', fatte salve le assunzioni autorizzate con decreto

del Presidente della Repubblica 25 agosto 2004, pubblicato

nella Gazzetta Ufficiale n. 225 del 24 settembre 2004, e

quelle di cui ai decreti del Presidente del Consiglio dei

Ministri 27 luglio 2004, pubblicati nella Gazzetta

Ufficiale n. 224 del 23 settembre 2004, non ancora

effettuate alla data di entrata in vigore della presente

legge. E' consentito, in ogni caso, il ricorso alle

procedure di mobilita', anche intercompartimentale.

96. Per fronteggiare indifferibili esigenze di servizio

di particolare rilevanza ed urgenza, in deroga al divieto

di cui al comma 95, per ciascuno degli anni 2005, 2006 e

2007, le amministrazioni ivi previste possono procedere ad

assunzioni, previo effettivo svolgimento delle procedure di

mobilita', nel limite di un contingente complessivo di

personale corrispondente ad una spesa annua lorda pari a

120 milioni di euro a regime. A tal fine e' costituito un

apposito fondo nello stato di previsione della spesa del

Ministero dell'economia e delle finanze con uno

stanziamento pari a 40 milioni di euro per l'anno 2005, a

160 milioni di euro per l'anno 2006, a 280 milioni di euro

per l'anno 2007 e a 360 milioni di euro a decorrere

dall'anno 2008. Per ciascuno degli anni 2005, 2006 e 2007,

nel limite di una spesa pari a 40 milioni di euro in

ciascun anno iniziale e a 120 milioni di euro a regime, le

autorizzazioni ad assumere vengono concesse secondo le

modalita' di cui all'art. 39, comma 3-ter, della legge

27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni.

.

- Si riporta il testo dell'art. 3, comma 151, della

legge 24 dicembre 2003, n. 350 (Disposizioni per la

formazione del bilancio annuale e pluriennale dello

Stato-legge finanziaria 2004):

Art. 3 (Disposizioni in materia di oneri sociali e di

personale e per il funzionamento di amministrazioni ed enti

pubblici). - (Omissis)

151. Nello stato di previsione del Ministero

dell'interno e' istituito un fondo da ripartire per le

esigenze correnti di funzionamento dei servizi

dell'Amministrazione, con una dotazione, a decorrere

dall'anno 2004, di 100 milioni di euro. Con decreti del

Ministro dell'interno, da comunicare, anche con evidenze

informatiche, al Ministero dell'economia e delle finanze,

tramite l'Ufficio centrale del bilancio, nonche' alle

competenti Commissioni parlamentari e alla Corte dei conti,

si provvede alla ripartizione del fondo tra le unita'

previsionali di base interessate del medesimo stato di

previsione.

.

Art. 1-bis.

Finanziamento del Fondo per la prevenzione dell'usura (( 1. Le somme del Fondo unificato di cui all'articolo 51 della legge 28 dicembre 2001, n. 448, resesi disponibili al termine di ogni esercizio finanziario, possono essere annualmente destinate per il finanziamento del Fondo per la prevenzione dell'usura, di cui all'articolo 15, comma 1, della legge 7 marzo 1996, n. 108, e successive modificazioni. A tal riguardo, si provvede con decreto del Ministro dell'interno, adottato di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze. ))

Riferimenti normativi:

- Si riporta il testo dell'art. 51 della legge

28 dicembre 2001, n. 448 (Disposizioni per la formazione

del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - legge

finanziaria 2002):

Art. 51 (Fondi per le vittime dell'estorsione,

dell'usura e della mafia). - 1. Dopo l'art. 18 della legge

23 febbraio 1999, n. 44, e' inserito il seguente: "Art.

18-bis (Diritto di surroga). - 1. Il Fondo di solidarieta'

per le vittime delle richieste estorsive di cui all'art. 18

e' unificato al Fondo di solidarieta' per le vittime

dell'usura di cui all'art. 14 della legge 7 marzo 1996, n.

108, e successive modificazioni. Tale Fondo...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA