Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di nove posti di personale da assumere con contratto a tempo determinato, della durata annuale eventualmente rinnovabile, da inquadrare nella fascia VII.

 
ESTRATTO GRATUITO

In attuazione della delibera del direttore generale dell'Azienda ospedaliera universitaria Policlinico ´P. Giacconeª di Palermo del 12 aprile 2006, n. 155, esecutiva ai sensi di legge, e' indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di nove posti con contratto a tempo determinato, della durata annuale, eventualmente rinnovabile nel limite massimo previsto dall'art. 19, comma 6, del C.C.N.L. universita' 1998-2001, cosi' come modificato dall'art. 6 comma 5 del C.C.N.L. universita' 2002-2005, da inquadrarsi nella fascia VIII di cui all'art. 28 del nominato contratto, ex categoria ´Cª posizione economica ´C1ª, profilo assistente socio sanitario (fisioterapista), equiparato a ´collaboratore professionale sanitario fisioterapistaª - categoria ´Dª, contratto collettivo nazionale del Servizio sanitario nazionale. L'ammissione al concorso e le modalita' di espletamento dello stesso sono stabilite ai sensi delle vigenti disposizioni di legge ed in particolare: dal decreto del Presidente della Repubblica n. 487/1994, dal decreto legislativo n. 502/1992 e successive modificazioni ed integrazioni, nonche' dal decreto del Presidente della Repubblica n. 220/2001 e dal decreto legislativo n. 165/2001. Ai posti suddetti sara' attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dal vigente contratto collettivo nazionale di lavoro comparto universita' quadriennio normativo 2002/2005 - biennio economico 2002/2003 - e dalle vigenti disposizioni di legge.

A norma dell'art. 7 del decreto legislativo n. 165/2001 e' garantita pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed al relativo trattamento di lavoro.

Sono fatte salve le riserve previste dalla legge n. 574/1980, dalla legge n. 537/1993 e dalla legge n. 68/1999, nei limiti indicati dall'art. 3, comma 3, decreto del Presidente della Repubblica n. 220/2001.

Art. 1.

Requisiti di ammissione

Ai sensi dell'art. 2, decreto del Presidente della Repubblica n. 220/2001, possono partecipare al concorso coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:

  1. cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione europea;

  2. idoneita' fisica all'impiego: l'accertamento di tale idoneita', con l'osservanza delle norme in materia di categorie protette, e' effettuato a cura dell'Azienda prima dell'immissione in servizio. E' dispensato dalla visita medica il personale dipendente dalle amministrazioni ed enti del Servizio sanitario nazionale;

  3. diploma universitario di fisioterapista, conseguito ai sensi dell'art. 6, comma 3, del decreto legislativo n. 502/1992 e successive modificazione e integrazioni, ovvero diplomi o attestati conseguiti ai sensi del precedente ordinamento, riconosciuti equipollenti ai sensi del D.M.S. 27 luglio 2000.

    Non possono accedere all'impiego coloro che siano stati esclusi dall'elettorato attivo, nonche' coloro che siano stati destituiti o dispensati dall'impiego presso pubblica amministrazione, ovvero licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo.

    I sopra indicati requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di concorso per la presentazione delle domande di ammissione alla selezione.

    I candidati sono ammessi alla selezione con riserva: l'amministrazione puo' disporre in qualsiasi momento, con atto motivato, l'esclusione dalla selezione per difetto dei requisiti.

    Art. 2.

    Domande di ammissione

    La domanda di partecipazione al concorso, debitamente sottoscritta, pena esclusione, redatta in carta libera, secondo lo schema esemplificativo allegato, deve essere indirizzata al direttore generale dell'Azienda ospedaliera universitaria Policlinico ´P. Giacconeª, via Enrico Toti n. 76 - cap. 90128 Palermo, e spedita esclusivamente a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento. Ai sensi dell'art. 39 decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000, non viene richiesta l'autenticazione della sottoscrizione in calce alla domanda. Non verranno prese in esame le domande pervenute prima della pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale Repubblica italiana - 4™ serie speciale ´Concorsi ed esamiª. La spedizione deve essere fatta - pena esclusione - entro e non oltre il trentesimo giorno successivo a quello della data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana. Avviso del presente bando di concorso sara' pubblicato per estratto nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana. Qualora detto giorno sia festivo, il termine sara' prorogato al primo giorno successivo non festivo. Il termine fissato per la presentazione delle domande e' perentorio. A tal fine, fa fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante. Non e' ammessa la presentazione o l'integrazione di documenti dopo la scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione.

    Nella domanda di ammissione, nella cui busta deve essere trascritta l'esatta indicazione del concorso al quale si riferisce, gli aspiranti devono dichiarare, sotto la propria responsabilita' e consapevoli delle sanzioni penali previste dall'art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000 per il caso di dichiarazioni mendaci e falsita' in atti:

    1) cognome e nome; luogo e data di nascita; residenza;

    2) il possesso della cittadinanza italiana o equivalente;

    3) il comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della loro non iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime;

    4) le eventuali condanne penali riportate (tale dichiarazione deve essere resa anche in caso negativo);

    5) il possesso dei requisiti di ammissione di cui ai precedenti punti a), b), c), d);

    6) gli eventuali servizi prestati con rapporto di pubblico impiego, presso pubbliche amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione degli stessi, ovvero di non aver prestato servizio presso pubbliche amministrazioni;

    7) l'eventuale possesso di titoli che danno diritto ad usufruire di riserve, precedenze...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA