ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 2 dicembre 2005 - Ulteriori interventi straordinari ed urgenti per il contrasto e la gestione del fenomeno dell'immigrazione clandestina. (Ordinanza n. 3476)

 
ESTRATTO GRATUITO

 

ORDINANZA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 2 dicembre 2005

Ulteriori interventi straordinari ed urgenti per il contrasto e la gestione

del fenomeno dell'immigrazione clandestina. (Ordinanza n. 3476).

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l'art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225; Visto il decreto-legge 30 ottobre 1995, n. 451, convertito dalla legge 29 dicembre 1995, n. 563; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 7 settembre 2001, n. 398; Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401; Visto il decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286; Vista la legge 30 luglio 2002, n. 189; Visto il decreto-legge 30 dicembre 1989, n. 416, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 febbraio 1990, n. 39; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 31 agosto 1999, n.

394; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 18 ottobre 2004, n. 334; Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri in data 28 ottobre 2005, con il quale e' stato prorogato, fino al 31 dicembre 2006, lo stato di emergenza sul territorio nazionale per proseguire le attivita' di contrasto all'eccezionale afflusso di cittadini stranieri extracomunitari giunti irregolarmente in Italia; Viste le ordinanze del Presidente del Consiglio dei Ministri n.

3242 del 6 settembre 2002, n. 3244 del 10 ottobre 2002, n. 3262 del 31 gennaio 2003, n. 3287 del 23 maggio 2003, n. 3298 del 3 luglio 2003, n. 3326 del 7 novembre 2003, n. 3361 dell'8 luglio 2004, n.

3417 del 24 marzo 2005 e n. 3425 del 27 aprile 2005; Considerato che risulta ancora particolarmente consistente il flusso dei clandestini che raggiunge la Sicilia, determinando una situazione di particolare criticita', in particolare nell'isola di Lampedusa a causa dei continui sbarchi; Considerato che costituisce tutela di interessi essenziali dello Stato fronteggiare in maniera efficace ed immediata il fenomeno dell'immigrazione; Rilevata la somma urgenza di destinare risorse finanziarie al potenziamento delle strutture e dei servizi di accoglienza gia' esistenti, nonche' alla realizzazione in tempi brevi di nuove strutture per immigrati; Ravvisata altresi' l'esigenza, per il perseguimento delle predette finalita', di provvedere alla nomina di un Commissario delegato per lo svolgimento nell'isola di Lampedusa di attivita' di impulso, di coordinamento e di raccordo tra le Amministrazioni interessate, nonche', se necessario, di carattere sostitutivo...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA