AVVISO (scad. 15 dicembre 2008) - Avviso pubblico per il conferimento di incarico di direttore della struttura operativa complessa di epidemiologia e biostatistica - disciplina igiene, epidemiologia e sanita' pubblica.

 
ESTRATTO GRATUITO

In attuazione della deliberazione del direttore generale n. 254 del 32 ottobre 2008, si rende noto che e' indetto, ai sensi dell'Atto aziendale del Centro di riferimento oncologico di Aviano cosi' come adeguato al decreto del Presidente della Repubblica 10 dicembre 1997, n. 484 e dall'art. 15-ter, comma 2 del decreto legislativo n.

502/1992 e successive modifiche ed integrazioni e dell'art. 18 (Sostituzioni) del CCNL 8 giugno 2000 quadriennio 1998-2001 dell'area relativa alla dirigenza medica e veterinaria - Parte normativa quadriennio 1998-2001 e parte economica biennio 1998-1999, avviso pubblico per il conferimento di direttore della struttura operativa complessa di epidemiologia e biostatistica - disciplina igiene, epidemiologia e sanita' pubblica.

L'incarico e' disciplinato da contratto di diritto privato e avra' durata quinquennale, salvo eventuale rientro in servizio del titolare del posto collocato in aspettativa senza assegni a seguito di altro incarico conferitogli; nel verificarsi di questa eventualita', l'incarico oggetto della presente procedura concorsuale si protrarra' sino e non oltre il rientro in servizio del titolare; l'incarico potra' essere eventualmente rinnovato. L'assegnazione dell'incarico non modifica le modalita' di cessazione del rapporto di lavoro per compimento del limite massimo di eta'. In tal caso la durata dell'incarico viene correlata al raggiungimento del predetto limite.

L'Amministrazione garantisce pari opportunita' tra uomini e donne per l'accesso al lavoro e il trattamento sul lavoro (art. 7, comma 1 del decreto legislativo 30 febbraio 2001, n. 165).

Requisiti generali e specifici di ammissione:

  1. cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell'Unione europea;

  2. idoneita' fisica all'impiego;

  3. godimento dei diritti civili e politici. Non possono accedere all'incarico coloro che sono stati esclusi dall'elettorato politico attivo;

  4. non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione. Non possono accedere all'incarico coloro che siano stati dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per averlo conseguito mediante produzione di documenti falsi o viziati da invalidita' non sanabile;

  5. iscrizione all'albo dell'Ordine dei medici, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di scadenza del bando. L'iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell'Unione europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'albo in Italia prima dell'assunzione in servizio;

  6. anzianita' di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina a concorso o disciplina equipollente, e specializzazione nella disciplina a concorso o in una disciplina equipollente; ovvero anzianita' di servizio di dieci anni nella disciplina relativa al posto per cui si concorre, in carenza della specializzazione.

    L'anzianita' di servizio utile per l'accesso deve essere maturata presso amministrazioni pubbliche, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, istituti o cliniche universitarie. E' valutato il servizio non di ruolo a titolo di incarico, di supplenza o in qualita' di straordinario, ad esclusione di quello prestato con qualifiche di volontario, di precario, di borsista o similari, ed il servizio di cui al settimo comma dell'articolo unico del decreto-legge 23 dicembre 1978, n. 817, convertito, con modificazioni, dalle legge 19 febbraio 1979, n. 54.

    Ai fini della valutazione dei servizi prestati e delle specializzazioni possedute dal candidato si fa riferimento alle rispettive tabelle stabilite con decreto del Ministro della salute.

    Nei certificati di servizio devono essere indicate le posizioni funzionali o le qualifiche attribuite, le discipline nelle quali i servizi sono stati prestati, nonche' le date iniziali e terminali dei relativi periodi di attivita'.

    A norma dell'art. 3, comma 6, della legge 15 maggio 1997, n. 127, e successive modificazioni e integrazioni, la partecipazione alla selezione non e' soggetta a limiti di eta'. Tenuto conto dei limiti di eta' per il collocamento a pensione dei dipendenti e della durata quinquennale del contratto, al conferimento del primo incarico si procedera' solo qualora il termine finale dei cinque anni coincida o non superi comunque il sessantacinquesimo anno di eta', fatta salva l'applicazione dell'art. 16 del decreto legislativo n. 503/1992;

  7. curriculum professionale, ai sensi dell'art. 8 del decreto del Presidente della Repubblica n. 484/1997 in cui sia stata documentata una specifica attivita' professionale ed adeguata esperienza ai sensi dell'art. 6 dello stesso decreto del Presidente della Repubblica, concernente le attivita' professionali, di studio, direzionali-organizzative;

  8. attestato di formazione manageriale ai sensi dell'art. 7 del decreto del Presidente della Repubblica n. 484/1997; fino all'espletamento del primo corso di formazione manageriale di cui all'art. 7, l'incarico e' attribuito senza l'attestato di formazione manageriale, fermo restando l'obbligo di acquisire l'attestato al primo corso utile.

    Tutti i requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione della domanda di partecipazione.

    Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione alla selezione.

    I certificati rilasciati dalle competenti autorita' dello Stato di cui il candidato straniero e' cittadino devono essere conformi alle disposizioni vigenti dello Stato stesso e debbono, altresi'...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA