DECRETO 9 luglio 2014 - Modalita' per l'esercizio delle funzioni di responsabile nazionale del rilascio dell'approvazione della Reduced Vertical Separation Minimum (RVSM), per gli aeromobili di Stato iscritti nel registro degli aeromobili militari (R.A.M.). (14A05679)

 
ESTRATTO GRATUITO

IL MINISTRO DELLA DIFESA di concerto con IL MINISTRO DELL'ECONOMIA E DELLE FINANZE IL MINISTRO DELL'INTERNO e IL MINISTRO DELLE POLITICHE AGRICOLE, ALIMENTARI E FORESTALI Visto il documento denominato «Guidance material for the certification and operation of State aircraft in european RVSM airspace», adottato da EUROCONTROL in data 19 settembre 2012, diretto a disciplinare l'accesso senza restrizioni degli aeromobili di Stato allo spazio aereo «Reduced Vertical Separation Minimun» (RVSM), vale a dire con rotte con la riduzione minima di 1000 piedi della separazione verticale tra velivoli che volano tra livelli di volo ricompresi tra 29.000 e 41.000;

Visto in particolare, il para 4 del citato documento il quale prevede che ciascuno Stato individui possibilmente un'unica autorita' nazionale responsabile dell'autorizzazione per gli aeromobili di Stato ai fini dell'accesso al RVSM, tenuto conto delle caratteristiche dell'aeromobile e delle procedure di manutenzione dello stesso, nonche' di addestramento degli equipaggi e dei manutentori;

Vista la Convenzione relativa all'aviazione civile internazionale stipulata a Chicago il 7 dicembre 1944, approvata e resa esecutiva con decreto legislativo 6 marzo 1948, n. 616, ratificata con legge 17 aprile 1956, n. 561, e in particolare l'articolo 3 che ne prescrive l'applicabilita' solo agli aeromobili civili, dovendo, nel contempo, gli Stati firmatari adottare le norme relative agli aeromobili di Stato tenendo conto della sicurezza della navigazione aerea degli aeromobili civili;

Visto il codice della navigazione e in particolare gli articoli 744 e 745 che, rispettivamente, definiscono quali siano gli aeromobili di Stato e quelli privati e quali siano gli aeromobili di Stato che sono ammessi alla navigazione, certificati e immatricolati nei registri degli aeromobili militari da parte del Ministero della difesa;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 27 luglio 1981, n. 484, recante «Uso dello spazio aereo, in attuazione della delega prevista dalla legge 23 maggio 1980, n. 242»;

Visto il regolamento (CE) n. 1592/2002 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 15 luglio 2002, recante regole comuni nel settore dell'aviazione civile e che istituisce un'Agenzia europea per la sicurezza aerea, e, in particolare l'articolo 1, paragrafo 2, il quale prevede che, pur non applicandosi ai velivoli impiegati in operazioni militari, gli Stati membri si debbano comunque adoperare per assicurare che in tali operazioni si tengano...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA