ORDINANZA 9 marzo 2018 - Primi interventi urgenti di protezione civile in conseguenza della dichiarazione dello stato di emergenza in relazione alla crisi di approvvigionamento idrico a uso idropotabile in atto nel territorio della Citta' metropolitana di Palermo. (Ordinanza n. 514). (18A01856)

 
ESTRATTO GRATUITO

IL CAPO DEL DIPARTIMENTO della protezione civile Vista la legge 16 marzo 2017, n. 30;

Visti gli articoli 25, 26 e 27 del decreto legislativo 2 gennaio 2018, n. 1;

Vista la delibera del Consiglio dei ministri dell'8 febbraio 2018, con la quale e' stato dichiarato, per 12 mesi, lo stato di emergenza in conseguenza della crisi di approvvigionamento idrico a uso idropotabile in atto nel territorio della Citta' metropolitana di Palermo;

Vista la citata delibera del Consiglio dei ministri dell'8 febbraio 2018, con la quale e' stato altresi' nominato Commissario delegato il Presidente della Regione Siciliana, ed autorizzato ad avvalersi del dirigente generale del Dipartimento regionale dell'acqua e dei rifiuti, di una apposita struttura, la cui composizione e' disciplinata con ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile ai sensi dell'art. 25, del decreto legislativo n. 1 del 2018, nonche' del Prefetto di Palermo dott.ssa Antonella De Miro per il coordinamento della predetta struttura;

Ravvisata la necessita' di procedere alla realizzazione, in termini di somma urgenza, di tutte le iniziative di carattere straordinario finalizzate al ritorno alle normali condizioni di vita nel territorio interessato dallo stato di emergenza in rassegna;

Considerato che e' contestualmente necessario, al fine di scongiurare il protrarsi della situazione emergenziale, o il ripetersi della stessa, garantire una governance della risorsa e del servizio idrico integrato come disciplinato dalla normativa vigente, la regione e gli enti locali si impegnano a provvedere in tempi certi all'attuazione del servizio idrico integrato e il gestore attuale del servizio si impegna ad effettuare una seria campagna di monitoraggio e recupero perdite;

Atteso che la situazione emergenziale in atto, per i caratteri d'urgenza, non consente l'espletamento di procedure ordinarie, bensi' richiede l'utilizzo di poteri straordinari in deroga alla vigente normativa;

Viste le note della Regione Siciliana del 25 gennaio 2018, dell'1, del 5 e del 6 febbraio 2018;

Vista la nota del Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare prot. 5079 del 9 marzo 2018;

Sentiti il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare e l'Autorita' nazionale anti corruzione;

Acquisita l'intesa della Regione Siciliana;

Dispone: Art. 1 Struttura di supporto 1. Per fronteggiare l'emergenza derivante dalla crisi di approvvigionamento idrico a uso idropotabile in atto nel...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA