Legislazione e prassi amministrativa

Pagine:1118-1168
RIEPILOGO

I. Delib. (CIPE) 29 settembre 2004, n. 50. 1º programma delle opere strategiche (legge n. 443/2001) - Completamento corridoio tirrenico meridionale A12-Appia e bretella autostradale Cisterna-Valmontone (Gazzetta Ufficiale Serie gen. - n. 151 dell'1 ottobre 2004) (...)

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

Page 1118

Il calcolo del risarcimento a Venezi

Tribunale di Venezia- Tabelle in materia di liquidazione del danno (Aggiornate al gennaio 2005)

I VALOR DI RIFERIMENTO

Danno biologico

Invalità temporanea totale si indica una somma pari a 34,50 euro al giorno

Percentuale d'invalidita Classi di eta
41-45 46-50 51-55 56-60 61-65 66-70 71-75 76-80
1-3 1.330,24 1.298,04 1.192,00 1.148,69 1.099,83 1.044,31 983,8 921,06
4-6 1.362,99 1.330,24 1.222,53 1.178,67 1.128,15 1.072,07 1.010,45 946,6
7-9 1.497,91 1.462,93 1.395,20 1.349,11 1.255,29 1.127,04 1.063,75 998,23
10-12 1.755,47 1.688,82 1.630,78 1.580,79 1.481,95 1.390,59 1.294,05 1.223,95
13-15 1.802,02 1.733,64 1.674,45 1.623,31 1.522,75 1.429,66 1.331,98 1.260,72
16-20 1.965,21 1.894,53 1.819,26 1.765,82 1.663,53 1.554,35 1.440,00 1.366,45
21-25 2.043,36 1.970,38 1.892,23 1.836,49 1.731,34 1.619,86 1.503,86 1.427,36
26-30 2.323,77 2.232,98 2.146,79 2.081,86 1.959,46 1.836,49 1.707,20 1.619,71
31-35 2.604,77 2.496,16 2.401,92 2.327,80 2.187,59 2.053,13 1.911,77 1.810,64
36-40 2.897,82 2.765,66 2.668,55 2.592,12 2.428,36 2.291,02 2.118,63 2.015,20
41-45 2.275,97 2.841,51 2.742,10 2.662,80 2.496,10 2.357,10 2.181,84 2.075,54
46-50 3.054,12 2.916,79 2.815,08 2.733,48 2.564,54 2.422,61 2.245,05 2.136,45
51-55 3.38,53 3.237,43 3.128,25 3.036.31 2.864,49 2.697,85 2.507,08 2.386,98
56-60 3.714,94 3.558,66 3.441,99 3.339,13 3.165,02 2.974,82 2.769,11 2.638,09
61-65 3.766,08 3.607,48 3.489,68 3.390,85 3.209,84 3.017,92 2.810,48 2.677,74
66-70 3.606,30 3.646,56 3.527,61 3.427,63 3.244,90 3.051,82 2.843,23 2.709,35
71-75 3.951,68 3.798,26 3.635,06 3.534,51 3.343,73 3.149,51 2.947,24 2.812,20
76-80 4.157,40 3.993,05 3.818,37 3.703,44 3.496,01 3.283,40 3.060,44 2.904,04
81-85 4.172,34 4.007,99 3.832,73 3.717,24 3.509,22 3.296,04 3.072,51 2.916,79
86-90 4.181,53 4.016,61 3.841,35 3.726,43 3.517,27 3.304,08 3.080,55 2.923,68
91-95 4.186,70 4.021,79 3.845,95 3.730,45 3.521,86 3.308,10 3.084,58 2.927,70
96-100 4.189,58 4.024,66 3.848,82 3.732,75 3.524,16 3.310,40 3.086,87 2.929,43

Valori aggiornati al 1º gennaio 2005

Page 1119

Cacolo del risarcimento nel resto d'Italia

Quadro riepilogativo dei criteri di liquidazione del danno biologico adottati dagli altri ufflci giudiziari

ANCONA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

AOSTA

ANCONA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

AOSTA

Utilizza le tabelle del tribunale di Milano

ASCOLI PICENO

Utilizza le tabelle del tribunale di Milano

AVEZZANO

Utilizza le tabelle del tribunale di Milano

BARI

Applica in modo prevalente le tabelle del Cnr di Pisa, rivalutate o devalutate in base alla data del sinistro

BENEVENTO

Applica le tabelle del tribunale di Milano

BRESCIA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

BRINDISI

Ápplica le tabelle delta Corte di appello di Lecce,

CAMPOBASSO

Applica le tabelle pubblicate su «Guida al Diritto»,

CATANIA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

CATANZARO

Applica le tabelle dei tribunali di Milano e di Roma

COSENZA

Applica le tabelle pubblicate su «Guida al Diritto»,

(sezione di Cerignola)

Applica le tabelle deltribunale di Milano

FROSINONE

Applica le tabelle del tribunale di Roma

GENOVA

Applica le tabelle del tribunale di Milano per il danno biológico.

LA SPEZIA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

LATINA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

LECCE

Applica le tabelle della Corte di appello di Lecce.,

LIVORNO

Applica le tabelle del Cnr di Pisa rivalutate del 35 per cento. Per il danno morale stabiliscono che sia liquidato in una misura compresa tra un quarto e la meta della somma riconosciuta a titolo di danno biologico (permanente piü temporaneo), da graduarsi tenendo conto di tutte le circostanze del caso concreto e in particolare della gravita della lesione e del grado di sofferenza dell'infortunato e fatta cornun-que-salva una liquidazione maggiore nel caso in cui sia provata una sofferenza di eccezionale gravita

LUCCA

Applica le tabelle pubblicate su,«Guida al Diritto»,

MANTOVA

Applicá le tabelle del tribunale di Milano

MATERA

Applica le tabellé del tribunale di Milano

MODENA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

NAPOLI

Applica le tabelle del tri

Page 1120

ORISTANO

Applica le tabelle del tribunale di Milano

PADOVA

Applica le tabelle del Trlveneto pubblicate su «Guidaal Diritto».

PALERMO

Applica le tabelle pubblicate su «Guida al Diritto»,

PERUGIA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

PESARO

Applica le tabelló del tribunale di Milano

PISA

Applica le tabelle pubblicate su «Guida al Diritto», rivalutate del 4,5 per cento

POTENZA

Applica le tabelle del tribunale di Milano

REGIGIO CALABRIA

Per le lesioni macrópermanenti applica le tabelle del Cnr di Pisa. Per le micrqpermanentl utllizza la tabella prevista dalla leggé 57/2001 .anche guando il sinlstro si riferisce a época antecedente a quella di. entrata in vigore della normativa

REGGIO EMILIA

Appllca le tabelle del tribunale di Milano

RIETI

Applica le tabelle deltribunale di Roma

SALERNO

Applica iI criterio pubblicato su «Gulda al Diritto»,

SANTA MARIA CAPUA VETERE

Applica le tabella del tribunale di Milano diminuite dal 10 al 20 per cento

SASSARI

Applica le tabelle del tribunale di Milano

SAVONA

Per le lesioni micropermanenti applica le tabelle ministeriali anche per i casi precedenti al 2001; per le lesioni superiori al 10 % felative al danno biologico permanente applica il coefficiente di incremento previsto nelle tabelle ministeriali (come aggiornato ogni volta) aumentato dell'0,1 per ogni punto di invaliditá; per il danno biológico temporaneo si applica l'impor-to giornaliero previsto nel decreto ministeriale; per il danno morale da lesione permanente si aggiunge un terzo del danno biologico permanente e infine per quanto riguarda il danno morale ai superstiti per la. morte di un congiunto si applica la tabella prevista dal tribunale di Genova

TARANTO

Applica le tabelle della Corte di appello di Lecce

TRENTO

Applica le tabelle del tribunale di Milano

TREVISO

Applica le tabelle del Triveneto pubblicate su «Guida al Diritto», . rivalutate in

base ali'indice Istat

VERONA

Applica le tabelle del Triveneto pubblicate su «Guida al Diritto»,

VICENZA

Applica le tabelle del Triveneto pubbllcate su' «Guida al Diritto»,

VITERBO

Page 1121

@I. Delib. (CIPE) 29 settembre 2004, n. 50. 1º programma delle opere strategiche (legge n. 443/2001) - Completamento corridoio tirrenico meridionale A12-Appia e bretella autostradale Cisterna-Valmontone (Gazzetta Ufficiale Serie gen. - n. 151 dell'1 ottobre 2004).

Vista la legge 21 dicembre 2001, n. 443, che, all'art. 1, ha stabilito che le infrastrutture pubbliche e private e gli insediamenti strategici e di preminente interesse nazionale, da realizzare per la modernizzazione e lo sviluppo del Paese, vengano individuati dal Governo attraverso un programma formulato secondo i criteri e le indicazioni procedurali contenuti nello stesso articolo, demandando a questo Comitato di approvare, in sede di prima applicazione della legge, il suddetto programma entro il 31 dicembre 2001;

Vista la legge 1º agosto 2002, n. 166, che, all'art. 13, oltre a recare modifiche al menzionato art. 1 della legge n. 443/ 2001, autorizza limiti di impegno quindicennali per la progettazione e la realizzazione delle opere incluse nel programma approvato da questo Comitato e per interventi nel settore idrico di competenza del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti;

Visto il decreto legislativo 20 agosto 2002, n. 190, attuativo dell'art. 1 della menzionata legge n. 443/2001;

Visti, in particolare, l'art. 1 della citata legge n. 443/ 2001, come modificato dall'art. 13 della legge n. 166/2002, e l'art. 2 del decreto legislativo n. 190/2002, che attribuiscono la responsabilità dell'istruttoria e la funzione di supporto alle attività di questo Comitato al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, che può in proposito avvalersi di apposita «struttura tecnica di missione»;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 8 giugno 2001, n. 327, recante il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità, come modificato - da ultimo - dal decreto legislativo 27 dicembre 2002, n. 302;

Visto l'art. 11 della legge 16 gennaio 2003, n. 3, recante «Disposizioni ordinamentali in materia di pubblica amministrazione», secondo il quale, a decorrere dal 1º gennaio 2003, ogni progetto di investimento pubblico deve essere dotato di un codice unico di progetto (CUP);

Visto l'art. 4 della legge 24 dicembre 2003, n. 350, e visti in particolare: i commi 134 e seguenti, ai sensi dei quali la richiesta di assegnazione di risorse a questo Comitato, per le infrastrutture strategiche che presentino un potenziale ritorno economico derivante dalla gestione e che non siano incluse nei piani finanziari delle concessionarie e nei relativi futuri atti aggiuntivi, deve essere corredata da un'analisi costi-benefici e da un piano economico-finanziario redatto secondo lo schema tipo approvato da questo Comitato; il comma 176, che autorizza ulteriori limiti di impegno nel biennio 2005-2006 per la realizzazione delle opere...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA