DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 19 maggio 2011 - Dichiarazione dello stato di emergenza in relazione alle eccezionali avversita'' atmosferiche che hanno colpito il territorio della regione Piemonte nei giorni dal 14 al 17 marzo 2011. (11A06948)

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Visto l'art. 5 della legge 24 febbraio 1992, n. 225;

Visto l'art. 107 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 112;

Visto il decreto-legge 7 settembre 2001, n. 343, convertito, con modificazioni, dalla legge 9 novembre 2001, n. 401;

Considerato che il territorio della regione Piemonte ed in particolare delle province di Alessandria, Asti, Cuneo e Torino nei giorni dal 14 al 17 marzo 2011 e' stato colpito da eccezionali avversita' atmosferiche che hanno provocato esondazioni di corsi d'acqua, allagamenti, movimenti franosi, smottamenti e caduta di valanghe causando gravi danni alle infrastrutture ed agli edifici pubblici e privati, nonche' una grave situazione di pericolo per la pubblica e privata incolumita' ed una compromissione delle attivita' produttive delle zone interessate;

Considerato, altresi', che i summenzionati eventi hanno determinato l'evacuazione di alcune famiglie dalle loro abitazioni;

Tenuto conto che detta situazione di emergenza, per intensita' ed estensione, non e' fronteggiabile con mezzi e poteri ordinari;

Ritenuto, pertanto, necessario, provvedere tempestivamente a porre in essere ogni azione urgente finalizzata al superamento della grave situazione derivante dai citati eventi mediante il ricorso a mezzi e poteri straordinari;

Viste le iniziative poste in essere dal Dipartimento della protezione civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri in attuazione della direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA