DECRETO 8 luglio 2005 - Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilita' agli strumenti informatici

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER L'INNOVAZIONE E LE

TECNOLOGIE

DECRETO 8 luglio 2005 Requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilita' agli strumenti informatici.

IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE

Vista la

9 gennaio 2004, n. 4, recante disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici ed in particolare l'art. 11; Visto il decreto del Presidente della Repubblica 1 marzo 2005, n.

75, recante regolamento d'attuazione della legge 9 gennaio 2004, n.

4; Visto il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 6 maggio 2005, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 117 dell'11 maggio 2005, recante delega di funzioni del Presidente del Consiglio dei Ministri in materia di innovazione e tecnologie al Ministro senza portafoglio, dott. Lucio Stanca; Visto il decreto legislativo 12 febbraio 1993, n. 39, recante norme in materia di sistemi informativi automatizzati delle amministrazioni pubbliche, a norma dell'art. 2, comma 1, della legge 23 ottobre 1992, n. 421 e successive modificazioni ed integrazioni; Esperita la procedura di notifica alla Commissione europea di cui alla direttiva 98/34/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 giugno 1998, modificata dalla direttiva 98/48/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 luglio 1998, CE attuata dalla legge 21 giugno 1986, n. 317, modificata dal decreto legislativo 23 novembre 2000, n. 427;

Decreta:

Art. 1.

Definizioni e ambito d'applicazione

  1. Ai fini del presente decreto s'intende per

    a) accessibilita': capacita' dei sistemi informatici,

    nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilita' necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari;

    b) ambiente operativo: insieme di programmi e di interfacce utente che consentono l'utilizzo delle risorse hardware e software disponibili sul computer;

    c) applet: programma autonomo, in genere scritto in

    linguaggio Java, che puo' essere inserito in una pagina Web per fornire informazioni o funzionalita';

    d) applicazione: programma informatico che consente

    all'utente di svolgere specifici compiti;

    e) applicazione Internet: programma sviluppato adottando tecnologie Internet, in particolare utilizzando il protocollo HTTP (HyperText Transfer Protocol) per il trasferimento dei dati e il linguaggio a marcatori (X)HTML (eXtensible HyperText Markup Language) per la presentazione e la struttura dell'informazione;

    f) browser: programma informatico che consente di

    accedere alle risorse presenti su un sito Web;

    g) CD-ROM (Compact Disc - Read Only Memory) e DVD (Digital Versatile Disc): particolari tipi di supporto ottico di memorizzazione;

    h) em:

    unita' di misura tipografica che prende a riferimento la larghezza del carattere M;

    i) esperto di fattori umani: soggetto in possesso

    di diploma di laurea, anche triennale, comprendente un anno di formazione in discipline ergonomiche, quali ergonomia dell'ambiente, ergonomia dell'hardware, ergonomia cognitiva, macroergonomia, che abbia svolto un tirocinio documentato di almeno un anno;

    l) esperto di interazione con persone disabili: soggetto

    in possesso di diploma di laurea, anche triennale, esperto di problematiche di comunicazione e di utilizzo delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, che abbia maturato un'esperienza professionale biennale nel settore; m) esperto tecnico: soggetto esperto in tecnologie Web e problematiche dell'accessibilita';

    n) focus: elemento attivo in un'interfaccia utente;

    o) fogli di stile: strumento per mezzo del quale e'

    possibile separare i contenuti di una pagina Web dalle modalita' tipografiche con le quali essi vengono presentati; p) frame: struttura di una pagina Web costituita da due o piu' parti indipendenti;

    q) fruibilita': caratteristica dei servizi di rispondere

    a criteri di facilita' e semplicita' d'uso, di efficienza, di rispondenza alle esigenze dell'utente, di gradevolezza e di soddisfazione nell'uso del prodotto;

    r) gestore di evento: parte di programma informatico

    che si attiva al verificarsi di...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA