Ricorso per questioni di legittimita' costituzionale depositato in cancelleria il 10 dicembre 2007 (del Presidente del Consiglio dei ministri) Edilizia e urbanistica - Norme della Regione Abruzzo - Depositi di gas di petrolio liquefatto (GPL) con capacita' non superiore a 13 m.c. - Installazione di nuovi depositi - Comunicazione all'ufficio urb...

 
ESTRATTO GRATUITO

Ricorso per il Presidente del Consiglio dei ministri in carica, rapp. e difeso dall'Avvocatura generale dello Stato presso i cui uffici ha legale domicilio in Roma, via dei Portoghesi n. 12; Contro la Regione Abruzzo, in persona del Presidente della Giunta regionale in carica con sede in L'Aquila, per la declaratoria di incostituzionalita' e conseguente annullamento dell'art. 39 e dell'art. 74 della legge della Regione Abruzzo del 1° ottobre 2007, n. 34, pubblicata nel Bollettino Ufficiale della regione n. 6 straordinario del giorno 5 ottobre 2007 recante "Disposizioni di adeguamento normativo e per il funzionamento delle strutture" per contrasto con gli artt. 3, 41, 97 e 117, commi primo, secondo, lettera a), lettera e) e lettera l), e terzo della Costituzione e a cio' a seguito della determinazione del Consiglio dei ministri di impugnativa della predetta legge regionale, assunta nella seduta del 16 novembre 2007. 1. - Nel Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo n. 6 straordinario del 1° ottobre 2007, risulta pubblicata la legge regionale 1° ottobre 2007, n. 34, recante "Disposizioni di adeguamento normativo e per il funzionamento delle strutture". L'art. 39 della legge regionale in esame apporta modifiche alla legge regionale 25 giugno 2007, n. 16, e contiene una serie di disposizioni che, per migliore comprensione e completezza, vengono qui riportate.

Art. 39.

Modifiche alla l.r. n. 16/2007 1. - L'art. 2 della l.r. 25 giugno 2007, n. 16 (Monitoraggio dei depositi di gas di petrolio liquefatto (g.p.l.) con capacita' complessiva non superiore a 13 mc. e conseguenti misure applicative dei principi di salvaguardia e controllo di cui al d.m. 23 settembre 2004 nonche' di quelli introdotti dal d.m. n. 329/2004 del Ministero delle attivita' produttive) e' sostituito dal seguente:"Art. 2. (Comunicazione di nuove installazioni) - 1. Dalla data di entrata in vigore della presente legge, i soggetti che intendono installare nuovi depositi di GPL, con capacita' complessiva non superiore ai 13 mc. inoltrano semplice comunicazione all'ufficio urbanistico del comune di competenza. La comunicazione e' corredata dalla seguente comunicazione:

  1. indicazione del soggetto installante;

  2. localita' ed ubicazione del deposito;

  3. progetto esecutivo con dettagliata indicazione dei presidi di protezione posti a tutela del manufatto a firma di un progettista abilitato; il progetto non e' necessario per serbatoi fissi di capacita' complessiva non superiore a 5 mc.

  4. dichiarazione della ditta richiedente ovvero di altro soggetto abilitato che il manufatto rientra nella tipologia degli apparecchi di cui al d.lgs. 25 febbraio 2000, n. 93 relativo: Attuazione della direttiva 97/23/CE in materia di attrezzature a pressione;

  5. dichiarazione dell'interessato di aver gia' inviato, all'Assessorato regionale alla sanita', i dati e la documentazione previsti ed indicati dalle lett. da a) a d) del presente articolo. 2. In caso di omessa dichiarazione di cui alla lett. e), l'amministrazione comunale provvede ad inviare i dati e la documentazione all'Assessorato regionale alla sanita'. 3. In caso di omessa comunicazione dei dati di cui al comma 1, lett. a), b), c), d) l'Assessorato alla Sanita' procede d'ufficio per il tramite del proprio servizio a reperire i dati necessari". 2. Al comma 1 dell'art. 4 della l.r. n. 16/2007 le parole da "nonche' quelle" fino a "Attivita' Produttive" sono soppresse. 2. - Con riferimento alla legge regionale n. 16 del 2007 (ora modificata dall'art. 39 della legge regionale...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA