DECRETO 30 marzo 2010 - Riconoscimento, al sig. Telfser Roland, dei titoli di studio esteri abilitanti all''esercizio in Italia della professione di ingegnere. (10A04402)

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE GENERALE

della giustizia civile

Visti gli articoli 1 e 8 della legge 29 dicembre 1990 n. 428, recante disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea;

Visto il decreto legislativo 9 novembre 2007, n. 206 di attuazione della direttiva n. 2005/36/CE del 7 settembre 2005, relativa a riconoscimento delle qualifiche professionali;

Visto il decreto del Presidente della Repubblica 5 giugno 2001, n. 328 contenente «Modifiche ed integrazioni della disciplina dei requisiti per l'ammissione all'esame di Stato e delle relative prove per l'esercizio di talune professioni, nonche' della disciplina dei relativi ordinamenti»;

Vista l'istanza del sig. Telfser Roland, nato il 16 maggio 1973 a Silandro (Italia), cittadino italiano, diretta ad ottenere, ai sensi dell'art. 16 del decreto legislativo n. 206/2007, il riconoscimento del titolo professionale di ingegnere conseguito in Germania ai fini dell'accesso all'albo degli ingegneri sezione A - settori civile ambientale e industriale, e l'esercizio in Italia della medesima professione;

Considerato che ha conseguito un titolo accademico «Diplom-Ingenieur (FH)» presso la «Hochschule fur Technik, Wirschaft und Kultur» di Lipsia nel luglio 2009;

Considerato che ha documentato di essere iscritto alla «Bayerische Ingenieurkammer-Bau» dal settembre 2009;

Viste le determinazioni della Conferenza di servizi nella seduta del 29 gennaio 2010 in cui, con il conforme parere del rappresentante del Consiglio nazionale degli ingegneri, e' stata respinta l'istanza volta ad ottenere l'iscrizione nella sezione A - settore industriale dell'albo degli ingegneri, in quanto la formazione accademico-professionale documentata dal sig. Telfser non e' stata ritenuta assimilabile a quella degli iscritti in tale settore, ove le lacune cosi' emerse non possono essere colmate tramite l'applicazione di misure compensative;

Rilevato che nella medesima seduta della Conferenza di servizi, e' stato espresso parere favorevole in ordine alla iscrizione nella sezione A settore civile ambientale;

Visto il conforme parere del rappresentante di categoria nella seduta sopra indicata;

Rilevato che vi sono differenze tra la formazione accademico-professionale richiesta in Italia per l'esercizio della professione di ingegnere - sezione A settore...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA