Riflessioni sul diritto d'accesso a Internet nell'ambito del diritto dell'Unione europea

Autore:Francesca Badocco
Carica:Avvocato specializzato in Diritto della proprietà industriale e Diritto dell'Unione europea.
Pagine:153-163
RIEPILOGO

1. La società dell’informazione e Internet - 2. Il ruolo della Commissione europea nel quadro delle politiche per la promozione della società dell’informazione e dell’accessibilità al web - 3. L’atteggiarsi delle altre istituzioni rispetto a Internet e al diritto d’accesso - 4. L’attuale quadro giuridico di riferimento in materia di telecomunicazioni - 5. Osservazioni conclusive

 
ESTRATTO GRATUITO
Riflessioni sul diritto d’accesso a Internet
nell’ambito del diritto dell’Unione europea
FRANCESCA BADOCCO*
SOMMARIO:1. La società dell’informazione e Internet 2. Il ruolo della Commissione eur o-
pea nel quadro delle politiche per la promozione della società dell’informaz ione e dell’acces-
sibilità al web – 3. L’atteggiarsi delle altre istituzioni rispetto a Inter net e al diritto d’ac-
cesso 4. L’attuale quadro giuridico di riferimento in materia di telecomunicazioni 5.
Osservazioni conclusive
1. LA SOCIETÀ DELLINFORMAZIONE E INTERNET
Sul finire degli anni Novanta si forma la consapevolezza, tradotta negli
atti delle istituzioni, che il passaggio a un’economia digitale basata sulla
conoscenza rappresenta un considerevole fattore di crescita e di compe-
titività, determinando un miglioramento della qualità di vita dei cittadini.
In tale contesto, è avvertita l’esigenza di concorrere alla formazione pro-
gressiva di una società dell’informazione aperta a tutti.
In Europa, lo sviluppo del concetto di società dell’informazione e
dei suoi riflessi pratici ha radici lontane e affonda la sua ragion d’essere
sicuramente in esigenze di carattere economico. Si può senza dubbio
affermare che la rivoluzione delle comunicazioni è alimentata dalle tec-
nologie e dalle forze del mercato. È noto che servizi di telecomunica-
zione di elevata qualità favoriscono l’efficienza e la competitività del set-
tore terziario e di tutti i comparti industriali. L’utilizzazione diffusa degli
strumenti per lo scambio e il trattamento di transazioni, i documenti
digitali, lo sviluppo delle reti aperte, costituiscono il modo per miglio-
rare la qualità della vita dei cittadini, unitamente alla competitività del
sistema economico. Con il mutare delle circostanze, gli elementi carat-
terizzanti la società dell’informazione si traducono nella necessità di
sostenere le iniziative volte a promuovere i singoli aspetti della medesi-
ma, soprattutto a vantaggio della vita degli individui, attraverso la loro
attiva partecipazione.
* L’Autrice è avvocato specializzato in Diritto della proprietà industriale e Diritto
dell’Unione europea.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA