Diritto penale dell'ambiente. Un'ipotesi sistematica

Autore:De Santis Giovanni
Pagine:391-392
 
ESTRATTO GRATUITO
391
Rivista penale 4/2013
Bibliograa
Alibrandi Luigi
Corso Piermaria
CODICE PENALE E DI
PROCEDURA PENALE E
LEGGI COMPLEMENTARI
Collana Tribuna pocket, ed. La Tribu-
na, Piacenza 2013, pp. 1888, € 23,00
Quest’ultima edizione dell’opera è
aggiornata con le più recenti novità
normative tra le quali si segnalano:
- la L. 20 dicembre 2012, n. 237, recan-
te le nuove norme relative ai delitti
contro la Corte penale internazionale;
- la L. 6 novembre 2012, n. 190. (Legge
anticorruzione);
- la L. 1° ottobre 2012, n. 172. Ratifica
ed esecuzione della Convenzione del
Consiglio d’Europa per la protezione
dei minori contro lo sfruttamento e
l’abuso sessuale, che ha introdotto nel
codice penale i delitti di istigazione
a pratiche di pedofilia e pedoporno-
grafia e di adescamento di minorenni
anche mediante l’utilizzo della rete
internet o di altre reti o mezzi di co-
municazione.
Tra gli argomenti affrontati: Cittadini
extracomunitari; Depenalizzazione e
modifiche al sistema penale; Giudice
di pace; Indulto; Minorenni; Misure
di prevenzione e antimafia; Ordina-
mento penitenziario; Reati stradali;
Responsabilità amministrativa delle
persone giuridiche; Stupefacenti;
Violazioni finanziarie.
V.C.
Bartolini Francesco
Alibrandi Luigi
Corso Piermaria
QUATTRO CODICI. CIVILE
E DI PROCEDURA CIVILE,
PENALE E DI PROCEDURA
PENALE E LEGGI
COMPLEMENTARI
Collana I codici vigenti, ed. La Tribu-
na, Piacenza 2013, pp. 2304, € 42,00
Quest’ultima edizione del volume è
aggiornata con le piu’ recenti novità
legislative tra le quali:
- la L. 24 dicembre 2012, n. 228 (Legge
di stabilità) che reca modifiche alla
disciplina del pignoramento, di cui
agli artt. 543 e seguenti del Codice di
procedura civile;
- la L. 11 dicembre 2012, n. 220, di
riforma del condominio;
- la L. 10 dicembre 2012, n. 219, in
materia di diritti dei figli naturali;
- la L. 6 novembre 2012, n. 190, che
reca le nuove norme di contrasto alla
corruzione;
- la L. 1 ottobre 2012, n. 172, recante
nuove norme in tema di protezione
dei minori contro lo sfruttamento e
gli abusi sessuali. Tra gli argomenti
affrontati si segnalano: adozione,
assicurazioni private, cittadini ex-
tracomunitari, detenzione (misure
alternative alla), equa riparazione,
fallimento, lavoro, locazioni di immo-
bili urbani, matrimonio (scioglimen-
to del), mediazione e conciliazione,
ordine pubblico, semplificazione dei
riti civili, smaltimento dei procedi-
menti arretrati, sovraindebitamento,
stupefacenti, tribunale delle imprese,
tutela dei consumatori e class action.
R.V.
D’Avirro Antonio
De Martino Enrico
I REATI DI BANCAROTTA
SOCIETARIA
ed. Giuffrè, Milano, 2012, pp. 306,
€ 29,00
La riforma del reato di bancarotta
fraudolenta societaria (art. 4 D.L.vo
61/2002) ha rappresentato una tappa
fondamentale nella materia dei reati
fallimentari. Partendo da questo
presupposto, il volume analizza, nella
prima parte, l’inferenza problematica
che esiste tra questo reato e quello
di infedeltà patrimoniale, richiamato
dall’art. 223, c. 2, L.F., a cui la giuri-
sprudenza ha sempre dato risposta
negativa, determinando l’effetto
abrogans della bancarotta societaria
da infedeltà patrimoniale. La secon-
da parte del lavoro è dedicata alla
bancarotta cagionata per dolo o per
effetto di operazioni dolose ex art.
223, c.2, n. 2, L.F., che, da fattispecie
pressoché eccezionale, è diventata
ordinaria formula di contestazione
per la maggior parte delle bancarotte
societarie. Si analizzano gli elementi
comuni alle condotte previste dalla
norma e quelli che le differenziano,
per arrivare ad un concetto condiviso
di elemento soggettivo della condotta
e la sua riconduzione all’interno del
dolo. L’analisi comprende l’esame di
una variegata serie di casistiche con-
crete, utili per comprendere ed af-
frontare l’enorme varietà di condotte
che possono rientrare nel concetto di
operazioni dolose, gli approdi in me-
rito della recente giurisprudenza, e i
riflessi penali dei nuovi procedimenti
di soluzione delle crisi d’impresa.
M.B.
De Santis Giovanni
DIRITTO PENALE
DELL’AMBIENTE.
UN’IPOTESI SISTEMATICA
ed. Giuffrè, Milano, 2012, pp. 562,
€ 58,00
Il lavoro, attraverso l’analisi della
normativa codicistica (specie gli
artt.434, 449, 674, 727 bis e 733 bis)
ed extracodicistica (in materia di
rifiuti,scarichi, inquinamento marino
e dell’aria), intende tentare una si-
stematizzazione della tutela penale
dell’ambiente secondo tre direttrici
che rispecchiano le caratteristiche

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA