Ausillo elettronico nel tribunale municipale di Buenos Aires

Autore:Automio Àiselmo Martino
Pagine:191-197
 
ESTRATTO GRATUITO

Page 191

Come al solito per risolvere grossi problemi della vita quotidiana non ci vogliono tanto delle contorte e ricercate teorie quanto un minimo di coragglo per affrontare soluzioni concrete,' semplici ed alla portata economica e sociale della gente che deve provvedere alla soluzione.

Uno dei problemi più acuti 'nelle megalopoli è n funzionamento dei loro tribunali municipali» che hanno il compito di risolvere le cause relative alle contravvenzioni .municipali. Corrispondono a questo tipo di cause le contravvenzioni per infrazioni al codice della strada, al codice sanitarlo, alfe leggi urbanistiche alle norme sul rifornimento alimentare della città, ecc.

In una megalopoli come Buenos Aires, che soltanto nel perimetro cittadino ha più di sette milioni di abitanti (arrivando coi suoi dintorni a circa dieci milioni), le cause sono numerose e non basta che i vigili del traffico, gli ispettori sani tari, I controllori delle costruzioni abusive r gli Ispettori ai mercati generali, lavorino alacremente. C'è bisogno che queste cause vengano risolte, perché come ben sanno I giuristi non cè pegglore Ingiustizla che una giustizla tardiva, E non cè pegglore ostacolo per una am-ministrazione che avere montagne di cause irrisolte. Certi problemi quantitativi, se non risolti, diventano qualitativamente Insormontabili.

In una grande città occorre che le cause per contravvenzioni slano risolte nel modo più rapido possibile.

Nella città di Buenos Aires I tribunali municipali sono ad istanza unica e i loro giudici (una quarantina) vengono nominati direttamente dal Sindaco con l'assenso del Consigllo municipale.

Antonio Anselmo Martino è professore di filosofia del diritto presso le U&ipersnà di Buenos Aires e Belgrano, e, attualmente, professore incaricato di scienza della politica presso l'Università di Pisa.Page 192

Dato che la città ha un regime speciale, perché distretto federale, anche se chlamati giudici, il loro status differisce da quello dei giudici nazionali o provinciali. Sono avvocati che conservano la possibilità di .esercitare la libera professione, e devono compiere una glornata lavorativa di otto ore divisi in tre turni. La prima misura, che si prese per sbloccare le molte cause arretrate, fu quella di stabilire un servizlo ininterrotto dei tribunali dalle 7 del mattino alle 23, con tre turni di giudici.

In questo -modo sè soddisfatta la necessità della popolazione, di non interrompere le proprie occupazióni per andare in Tribunale.

Un'altra e decisiva misura è consistita nella utilizzazione di un elaboratore elettronico IBM per rimplazzare .gli operatori umani nelle pratiche'ripetitive.

Vediamo alcune fasi del funzionamento di questo tribunale. Il caso numericamente più importante è quello delle contravvenzioni stradali. Per accertare le contravvenzioni sono state compilate schede-tipo che hanno tutti i vigili urbani e che contengono:

1) data e ora della contravvenzione;'

2) luogo;

3) dati della macchina (fondamentalmente la targa) e/o delle...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA