CONCORSO - Concorso per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca del XXIV

 
ESTRATTO GRATUITO

IL RETTORE

Visto lo Statuto dell'Universita' degli studi di Napoli Federico II; Vista la legge 13 agosto 1984, n. 476, cosi' come integrata dall'art. 52, comma 57, della legge 28 dicembre 2001, n. 448; Visto l'art. 4 della legge 3 luglio 1998, n. 210; Visto il decreto ministeriale del 30 aprile 1999, n. 224 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 162 del 9 luglio 1999, con il quale e' stato emanato il Regolamento recante norme in materia di dottorato di ricerca; Visto il decreto rettorale n. 1248 del 30 marzo 2006, con il quale e' stato emanato il Regolamento di disciplina delle scuole di dottorato dell'Universita' degli studi di Napoli Federico II; Visto il decreto rettorale n. 1561 del 4 maggio 2007, con il quale e' stato emanato il Regolamento di disciplina del dottorato di ricerca dell'Universita' degli studi di Napoli Federico II; Viste le note prot. n. 1182 del 21 giugno 2006, n. 1251 del 24 maggio 2007 e n. 880 dell'11 aprile 2008, con le quali il MIUR, in riferimento ai finanziamenti erogati all'Ateneo, rispettivamente, per gli ee.ff. 2005, 2006 e 2007 ai sensi del decreto ministeriale 23 ottobre 2004, n. 198, articoli 3 e 6, e dei decreti ministeriali 9 agosto 2004, n. 263 e 3 novembre 2005, n. 492, «Fondo per il sostegno dei giovani e per favorire la mobilita' degli studenti» - borse di studio aggiuntive da destinare ai dottorati di ricerca -, ha comunicato, tra l'altro, che nel caso non sia possibile attribuire le borse di studio assegnate per il ciclo in corso per mancanza di dottorandi, le stesse devono essere congelate e destinate allo stesso dottorato attivato nel ciclo successivo; Viste le relazioni del 5 maggio 2008 e del 22 maggio 2008 del Nucleo di valutazione dell'Universita' degli studi di Napoli Federico II; Vista la delibera n. 19 del 26 maggio 2008, con la quale il Senato Accademico ha ripartito le borse di studio sopra citate finanziate dal MIUR nell'ambito del «Fondo per il sostegno dei giovani» e.f.

2007; Viste le delibere n. 50 del 24 giugno 2008 e n. 38 del 23 settembre 2008 con le quali il Consiglio di Amministrazione ha, tra l'altro, autorizzato il finanziamento a carico del bilancio universitario, della somma integrativa necessaria per l'erogazione delle borse di cui sopra nonche' dei costi derivanti dagli eventuali soggiorni all'estero dei beneficiari delle borse stesse; Vista la delibera n. 20 del 16 settembre 2008, con la quale il Senato Accademico ha, tra l'altro, approvato i corsi di dottorato di ricerca deI XXIV ciclo e stabilito il termine di scadenza del bando di concorso non oltre il 10 novembre 2008; Vista la delibera n. 38 del 23 settembre 2008, con la quale il Consiglio di Amministrazione ha, tra l'altro, determinato il numero di borse di studio da attribuire a ciascun corso di dottorato attivato per il XXIV ciclo e, nell'ambito delle stesse, il numero di borse da riservare a candidati non residenti in Italia ed in possesso del titolo di studio richiesto per l'ammissione al corso di dottorato conseguito all'estero; Viste le convenzioni stipulate tra questo Ateneo ed altri enti per il finanziamento di borse di studio aggiuntive da destinarsi ai corsi di dottorato di ricerca XXIV ciclo; Viste le note dei coordinatori dei corsi di dottorato attivati per il XXIV ciclo, con le quali sono state comunicate le determinazioni dei rispettivi Collegi dei docenti circa: a) il numero dei posti senza borsa di studio da mettere a concorso e, nel caso in cui il dottorato si articoli in indirizzi, il numero delle borse di studio e dei posti senza borsa di studio da attribuire a ciascun indirizzo; b) gli indirizzi non destinatari di borse, i quali, ai sensi dell'art.

5, 4° comma, del Regolamento di Ateneo di disciplina del dottorato di ricerca, verranno definitivamente attivati a condizione che vengano acquisiti finanziamenti esterni antecedentemente all'inizio delle prove concorsuali; c) il calendario di svolgimento delle prove concorsuali; Decreta:

Art. 1.

Istituzione

E' istituito il XXIV ciclo dei corsi di dottorato di ricerca con sede amministrativa presso l'Universita' degli studi di Napoli Federico II. Sono indetti pubblici concorsi, per esami, per l'ammissione ai corsi di dottorato di ricerca sotto elencati. Per ciascun dottorato vengono indicati: a) la Scuola di Dottorato cui afferisce; b) il numero dei posti messi a concorso; c) il numero di borse di studio; d) il numero degli eventuali posti, ricoperti e non da borsa di studio, riservati a candidati non residenti in Italia e che hanno conseguito all'estero il titolo di studio richiesto per l'ammissione al corso di dottorato; e) gli eventuali indirizzi in cui si articola il corso ed il numero dei posti ricoperti e non da borsa di studio attribuiti a ciascuno di essi; f) la durata, le eventuali sedi consorziate, il dipartimento sede amministrativa del dottorato ed il docente coordinatore del corso; g) gli indirizzi non destinatari di borse di studio, i quali verranno attivati a condizione che, antecedentemente all'inizio delle prove concorsuali, risultino destinatari almeno di una borsa di studio acquisita nei tempi e nei modi previsti dall'ultimo comma del presente articolo; il mancato finanziamento di tali ultimi indirizzi ne determina l'automatica caducazione; h) il calendario di svolgimento delle prove di esame o l'indicazione della data e delle modalita' con cui esso sara' reso noto.

La pubblicazione dei calendari nel presente bando rappresenta notifica ufficiale agli interessati. I candidati al concorso non riceveranno alcuna ulteriore comunicazione scritta circa le date di svolgimento delle prove di esame.

---- Vedere da pag. 44 a pag. 90

Art. 2.

Requisiti per l'ammissione

Possono partecipare al concorso, senza limiti di eta' e di cittadinanza, coloro i quali siano in possesso di uno dei seguenti titoli: laurea specialistica o magistrale conseguita ai sensi del decreto ministeriale n. 509/1999 e successive modificazioni e/o integrazioni; diploma di laurea conseguito ai sensi dei precedenti ordinamenti didattici (il cui corso legale abbia durata almeno quadriennale); titolo accademico equipollente conseguito presso universita' straniere.

Coloro i quali fossero in possesso di un titolo di studio conseguito presso una universita' straniera, che non sia gia' stato dichiarato equipollente a quello italiano, dovranno richiederne l'equipollenza unicamente ai fini dell'ammissione al dottorato. In tal caso, la domanda di partecipazione dovra' essere corredata, al fine di consentire opportunamente al collegio dei docenti la valutazione del titolo posseduto, della documentazione di cui al successivo art. 4.

Art. 3.

Ammissione al concorso per posti riservati

I cittadini non residenti in Italia, che hanno conseguito all'estero il titolo di studio richiesto per l'ammissione al corso di dottorato, possono concorrere per i posti riservati, se previsti per il singolo dottorato, sulla base di una valutazione per titoli e colloquio. Tali candidati devono allegare all'istanza di partecipazione la seguente documentazione: 1. certificato di laurea, con indicazione degli esami sostenuti e del piano di studi seguito (se il certificato e' redatto in una lingua diversa dall'italiano, inglese, francese, spagnolo o tedesco, dovra' essere tradotto e legalizzato in una delle citate lingue); 2. eventuali altri titoli posseduti (borse di studio e attestati di frequenza di corsi post-laurea, titoli collegati a svolgimento di attivita' di ricerca, pubblicazioni scientifiche, ecc.); 3. lettere di presentazione di docenti; 5. curriculum vitae.

Art. 4.

Presentazione domanda di ammissione

a) cittadini italiani I cittadini italiani dovranno presentare la domanda di partecipazione al concorso esclusivamente tramite procedura telematica, a partire dal 10 ottobre 2008 ed entro e non oltre le ore 12,00 del 10 novembre 2008.

La procedura informatica di presentazione delle domande verra' disattivata, tassativamente, alle ore 12,00 del 10 novembre 2008 e, pertanto, non sara' piu' possibile la compilazione dell'istanza di partecipazione al concorso. Dopo la scadenza del termine citato e fino al giorno di svolgimento della prova concorsuale, sara' possibile unicamente stampare la domanda gia' presentata.

La mancata presentazione della domanda nei termini e con le modalita' indicate costituisce motivo di esclusione dal concorso.

Per la partecipazione al concorso i candidati sono tenuti al versamento, a pena di esclusione, di un contributo di € 20,00, da effettuare con le modalita' appresso descritte. Tale contributo e' valido esclusivamente per il concorso al dottorato per il quale si presenta...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA