CONCORSO (scad. 26 febbraio 2008) - 50 borse di studio finalizzate all''assunzione in esperimento nel grado di Coadiutore

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

50 borse di studio finalizzate all'assunzione in esperimento nel grado di Coadiutore

Art. 1.

Ripartizione e caratteristiche delle borse di studio La Banca d'Italia indice i seguenti quattro concorsi a borse di studio per la frequenza, obbligatoria e con profitto, di un corso sulle funzioni, sulle attivita' e sull'organizzazione della Banca d'Italia. Le borse di studio sono finalizzate all'assunzione in esperimento di:

  1. 30 Coadiutori con orientamento nelle discipline economico-aziendali;

  2. 10 Coadiutori con orientamento nelle discipline matematico-finanziarie;

  3. 6 Coadiutori con orientamento nelle discipline economico-politiche;

  4. 4 Coadiutori con orientamento nelle discipline statistiche.

L'importo lordo settimanale delle borse viene fissato in Euro 900,00 per i partecipanti residenti fuori della provincia di svolgimento del corso e in Euro 350,00 per quelli residenti in tale provincia.

La Banca d'Italia comunichera' in tempo utile ai vincitori del concorso la sede del corso e la sua durata.

Art. 2.

Requisiti di partecipazione e di assunzione Sono richiesti i requisiti che si indicano di seguito.

  1. Laurea specialistica/magistrale, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti classi: scienze economico-aziendali (S84); scienze dell'economia (S64); scienze per la cooperazione allo sviluppo (S88); finanza (S19); statistica demografica e sociale (S90); statistica economica, finanziaria ed attuariale (S91); statistica per la ricerca sperimentale (S92); metodi per l'analisi valutativa dei sistemi complessi (S48); metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali (S49); matematica (S45); giurisprudenza (S22 o MG/01); scienze della politica (S70); scienze delle pubbliche amministrazioni (S71);

    scienze della comunicazione sociale e istituzionale (S67); relazioni internazionali (S60); sociologia (S89);

    ovvero Laurea quadriennale, conseguita con un punteggio di almeno 105/110 o votazione equivalente, in una delle seguenti discipline:

    economia e commercio; economia delle istituzioni e dei mercati finanziari; economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali; economia aziendale; economia politica;

    economia e finanza; scienze economiche e bancarie; economia bancaria;

    economia bancaria, finanziaria e assicurativa; economia del commercio internazionale e dei mercati valutari; statistica; scienze economiche, statistiche e sociali; scienze statistiche, demografiche e sociali; scienze statistiche e attuariali; scienze statistiche ed economiche; scienze politiche; scienze internazionali e diplomatiche;

    giurisprudenza; matematica ovvero altra laurea equipollente per legge.

    Sara' altresi' consentita la partecipazione ai possessori di titoli di studio conseguiti all'estero o di titoli esteri conseguiti in Italia con votazione corrispondente ad almeno 105/110, riconosciuti equipollenti ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, a uno dei titoli sopraindicati.

  2. Eta' non superiore ai 40 anni, secondo quanto previsto dal Regolamento del Personale della Banca d'Italia in base alla facolta' di deroga di cui all'art. 3, comma 6, della legge 127/1997 in tema di limiti di eta' per la partecipazione ai pubblici concorsi. Il limite massimo di 40 anni:

    2.1 e' elevato di un anno per i coniugati e di un anno per ogni figlio fino a un massimo di 2 anni;

    2.2 e' elevato di 5 anni nei confronti di vedovi o vedove di dipendenti della Banca deceduti in attivita' di servizio;

    2.3 non e' operante per i dipendenti della Banca inquadrati in un grado diverso da quello di Coadiutore che, forniti degli altri requisiti, chiedono di partecipare al concorso.

    La documentazione relativa all'elevazione del limite di eta' ovvero all'esenzione da quest'ultimo deve essere prodotta secondo le modalita' di legge che verranno indicate.

  3. Cittadinanza italiana o di un altro Stato membro dell'Unione Europea, secondo le condizioni e i limiti stabiliti dalla legge.

  4. Idoneita' fisica alle mansioni, da accertarsi tramite enti pubblici o pubbliche istituzioni sanitarie.

  5. Godimento dei diritti politici.

    I cittadini di altri Stati membri dell'Unione Europea devono possedere i seguenti ulteriori requisiti:

  6. Godimento dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza.

  7. Adeguata conoscenza della lingua italiana.

    I requisiti di cui ai precedenti punti 1 e 2 - inclusa l'equipollenza del titolo di studio - devono essere posseduti alla data di scadenza stabilita per la presentazione della domanda; gli altri alla data di assunzione. Il possesso del requisito di cui al punto 7 viene verificato durante le prove del concorso.

    La Banca d'Italia puo' verificare l'effettivo possesso dei requisiti previsti dal presente bando in qualsiasi momento, anche successivo allo svolgimento delle prove di concorso e all'eventuale instaurazione del rapporto d'impiego.

    La Banca d'Italia dispone l'esclusione dal concorso, non da' seguito all'assunzione ovvero procede alla risoluzione del rapporto d'impiego dei soggetti che risultano sprovvisti di uno o piu' dei requisiti previsti dal bando. Le eventuali difformita' riscontrate rispetto a quanto dichiarato o documentato dagli interessati vengono segnalate all'Autorita' giudiziaria.

    Art. 3.

    Riserve Vengono riservate due delle 30 borse di cui alla lettera A e una delle 10 borse di cui alla lettera B dell'art. 1 del presente bando, ai sensi dell'art. 15/II del Regolamento del Personale della Banca d'Italia, agli elementi che hanno superato le prove d'esame appartenenti, nell'ordine e con precedenza, alle seguenti categorie:

    - orfani, vedovi o vedove di dipendenti della Banca deceduti per causa di servizio;

    - orfani, vedovi o vedove di dipendenti della Banca deceduti in servizio;

    - orfani o figli di ex dipendenti della Banca cessati dal servizio per infortunio o malattia dipendenti da causa di servizio ovvero a domanda per inabilita'.

    I candidati che intendono far valere tale titolo di riserva devono farne espressa menzione nella domanda.

    Se la riserva non opera per mancanza di aventi titolo, le borse messe a riserva e non assegnate sono attribuite seguendo l'ordine delle relative graduatorie finali.

    Art. 4.

    Domanda di partecipazione.

    Termine per la presentazione della domanda Per esigenze di carattere organizzativo si raccomanda di compilare la domanda di partecipazione utilizzando il modulo prestampato, contraddistinto da una banda di diverso colore per ciascuno dei concorsi (rossa per la lettera A, verde per la lettera B, celeste per la lettera C, gialla per la lettera D), allegato al presente bando, di cui e' parte integrante, reperibile presso tutte le Filiali della Banca d'Italia nonche' presso gli uffici dell'Amministrazione Centrale, via Nazionale n. 91 - Roma e del Centro 'Donato Menichella' in Largo Guido Carli n. 1 - Frascati (Roma). L'eventuale redazione della domanda in carta libera dovra' essere effettuata riportando fedelmente - con scrittura dattilografica o a stampatello - l'intero contenuto del predetto modulo.

    Il bando - completo dei moduli di domanda - e' disponibile anche sul sito internet della Banca d'Italia 'www.bancaditalia.it'.

    La domanda deve recare la firma autografa del candidato.

    I candidati devono indicare nel modulo di domanda, in modo chiaro e inequivocabile, anche l'indirizzo al quale la Banca d'Italia inviera' tutte le comunicazioni inerenti al concorso, con l'eccezione di quelle effettuate con le modalita' di cui all'art. 5, comma 7 e all'art. 6, comma 1.

    E' consentita la partecipazione per un solo concorso. Se un candidato avanza domanda di partecipazione per piu' di un concorso ovvero omette di indicare quello prescelto, viene invitato a precisare, entro un termine perentorio fissato dalla Banca d'Italia a pena di esclusione, per quale tipologia di concorso intende optare.

    La domanda deve essere spedita per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine perentorio del 26 febbraio 2008 all'Amministrazione Centrale della Banca d'Italia, Servizio Personale Gestione Risorse, via Nazionale n. 91 - 00184 Roma. La data di spedizione e' comprovata dal timbro apposto dall'ufficio postale accettante. La Banca d'Italia non assume alcuna responsabilita' per ritardi, disguidi o altri inconvenienti ad essa non imputabili.

    La domanda puo' anche essere presentata, entro il termine perentorio del 26 febbraio 2008, direttamente allo sportello di viaNazionale n. 91 - Roma. Dell'avvenuta consegna a mani della domanda viene rilasciata ricevuta. Non e' consentita la spedizione o la presentazione della domanda presso le Filiali della Banca d'Italia. Pertanto, tali domande non saranno prese in considerazione.

    Non sono tenute in considerazione e comportano quindi l'esclusione dal concorso le domande:

    1. prive della firma autografa;

    2. spedite o presentate allo sportello oltre il termine perentorio del 26 febbraio 2008;

    3. inoltrate tramite fax, telegramma, telex o con qualsiasi altro mezzo diverso da quelli sopra indicati;

    4. prive dell'eventuale dichiarazione di equipollenza ovvero di quella relativa all'equivalenza delle votazioni;

    5. dalle quali risulti...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA