DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 4 febbraio 2010, n. 25 - LR 12/2002. Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Regione 12 agosto 2005, n. 0272/Pres. (Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi a favore del settore artigiano).

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Friuli-Venezia Giulia n. 7 del 17 febbraio 2010) IL PRESIDENTE Vista la legge regionale 22 aprile 2002, n. 12 (Disciplina organica dell'artigianato) e successive modifiche ed integrazioni;

Visto il proprio decreto 12 agosto 2005, n. 0272/Pres. (Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi a favore del settore artigiano) approvato in attuazione della citata legge regionale;

Vista la legge regionale 4 giugno 2009, n. 11 (Misure urgenti in materia di sviluppo economico regionale, sostegno al reddito dei lavoratori e delle famiglie, accelerazione di lavori pubblici), ed in particolare l'art. 14, comma 11;

Vista la legge regionale 23 luglio 2009, n. 12 (Assestamento del bilancio 2009 e del bilancio pluriennale per gli anni 2009-2011 ai sensi dell'art. 34 della legge regionale 21/2007), ed in particolare l'articolo 3, comma 7;

Vista la legge regionale 30 dicembre 2009, n. 24 (Disposizioni per la formazione del bilancio pluriennale e annuale della Regione (Legge finanziaria 2010), ed in particolare l'art. 2, comma 42;

Ritenuto necessario modificare il regolamento approvato con proprio decreto n. 0272/Pres./2005 per adeguarlo al mutato quadro legislativo regionale nonche' alle esigenze rappresentate dal comparto artigiano;

Visto il testo del 'Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Regione 12 agosto 2005, n. 0272/Pres, (Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi a favore del settore artigiano)', predisposto dalla Direzione centrale attivita' produttive;

Ritenuto di emanare il suddetto regolamento;

Vista la legge regionale 20 marzo 2000, n. 7 (Testo unico delle norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso);

Visto l'art. 42 dello Statuto della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia;

Visto l'art. 14 della legge regionale 18 giugno 2007, n. 17;

Su conforme deliberazione della Giunta regionale n. 109 del 28 gennaio 2010;

Decreta:

  1. E' emanato il 'Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Regione n. 12 agosto 2005, n.

    0272/Pres, (Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi a favore del settore artigiano)' nel testo allegato che costituisce parte integrante e sostanziale del presente decreto.

  2. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e farlo osservare come Regolamento della Regione.

  3. Il presente decreto e' pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione.

    TONDO

Allegato

Regolamento recante modifiche ed integrazioni al decreto del Presidente della Regione 12 agosto 2005, n. 0272/Pres. (Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi a favore del settore artigiano) Art. 1.

Finalita' 1. Il presente regolamento dispone le necessarie modifiche ed integrazioni al 'Testo unico delle disposizioni regolamentari in materia di incentivi a favore del settore artigiano' emanato con decreto del Presidente della Regione 12 agosto 2005, n. 0272/Pres.

Art. 2.

Modifiche al comma 2 dell'art. 2 del decreto del Presidente della Regione n. 0272/2005

  1. Al comma 2 dell'art. 2 del decreto del Presidente della Regione n. 0272/2005 le parole 'operanti nei settori della produzione e del servizio alla produzione' sono soppresse e dopo la parola 'beneficiano' e' inserita la parola 'altresi''.

    Art. 3.

    Modifiche alla lettera a) del comma 3 dell'art. 4-bis del DPReg. n. 0272/2005

  2. Alla lettera a) del comma 3 dell'art. 4-bis del decreto del Presidente della Regione n. 0272/2005 la parola '5' e' sostituita dalla parola 'quattordici'.

    Art. 4.

    Modifiche all'art. 4 del decreto del Presidente della...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA