Sentenza Nº 57018 della Corte Suprema di Cassazione, 18-12-2018

Data di Resoluzione:18 Dicembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
ALALI ALHUSSEIN AHMAD nato il 01/01/1985
avverso la sentenza del 24/11/2017 della CORTE ASSISE APPELLO di BRESCIA
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere UMBERTO LUIGI CESARE GIUSEPPE
SCOTTI;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale PERLA
LORI, che ha concluso chiedendo l'inammissibilità;
udito il difensore, avv.VITTORIO PLATI' del Foro di Catanzaro, che ha chiesto
l'accoglimento del ricorso;
RITENUTO IN FATTO
1. La Corte di assise di appello di Brescia con sentenza del 19/2/2018 ha
confermato la sentenza del Giudice dell'udienza preliminare presso il Tribunale di
Brescia del 19/1/2017, appellata dall'imputato Alhussain Ahmad Al Ali o Arhad
Faowaz (di seguito semplicemente: Al Ali), che l'aveva ritenuto responsabile del
reato di cui all'art.270
bis
cod.pen. e l'aveva perciò condannato alla pena di anni
quattro di reclusione, previa applicazione della diminuente per il rito abbreviato,
Penale Sent. Sez. 5 Num. 57018 Anno 2018
Presidente: SABEONE GERARDO
Relatore: SCOTTI UMBERTO LUIGI CESARE GIUSEPPE
Data Udienza: 15/10/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA