Sentenza Nº 49115 della Corte Suprema di Cassazione, 26-10-2018

Data di Resoluzione:26 Ottobre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto nell'interesse di:
Schiavelli Loris, nato a Corigliano Calabro il 13.10.1991,
contro l'ordinanza del Tribunale del Riesame di Catanzaro del 31.1.2018;
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere dott. Pierluigi Cianfrocca;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore Generale
dott. Elisabetta Ceniccola, che ha concluso per l'inammissibilità del ricorso.
RITENUTO IN FATTO E CONSIDERATO IN DIRITTO
1.
Con ordinanza del 31.1-15.2.2018, il Tribunale dei Riesame di
Catanzaro ha respinto il ricorso proposto nell'interesse di Loris Schiavelli contro
la ordinanza del GIP di Castrovillari dell'8.1.2018 che aveva applicato al
prevenuto la misura cautelare della custodia in carcere in quanto gravemente
indiziato del .reato di cui agli artt. 99, comma 2, 110, 61 n. 5, 628, comma 1 n.
1
e 3bis cod. pen. commesso in danno di Grazia Feraco in Corigliano Calabro in
data 10.10.2015;
2.
ricorre per Cassazione, tramite il difensore, Loris Schiavelli
lamentando:
2.1 inosservanza ovvero erronea applicazione della legge penale con
riferimento agli artt. 360 e 178 comma
1
lett. c) cod. proc. pen. relativamente
alla relazione tecnica dei RIS, di cui eccepisce l'inutilizzabilità: rileva, a tal
proposito, di aver segnalato, al Tribunale, che nessun avviso era stato inviato ai
sensi dell'art. 360 cod. proc. pen. nonostante lo Schiavelli, come emerge dal
Penale Sent. Sez. 2 Num. 49115 Anno 2018
Presidente: CERVADORO MIRELLA
Relatore: CIANFROCCA PIERLUIGI
Data Udienza: 05/06/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA