Sentenza Nº 48272 della Corte Suprema di Cassazione, 27-11-2019

Data di Resoluzione:27 Novembre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
Romano Antonio nato in Venezuela il 27/02/1960
avverso l'ordinanze del 10/06/2019 del Tribunale di Salerno
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Alessandra Bassi;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale Paolo
Canevelli, che ha concluso chiedendo che il ricorso sia rigettato;
udito il difensore, avv. Marco Fimiani, che ha concluso chiedendo l'accoglimento
del ricorso.
RITENUTO IN FATTO
1. Con il provvedimento in epigrafe, il Tribunale di Salerno, sezione
specializzata per il riesame, decidendo il ricorso ai sensi dell'art. 309 cod. proc.
pen., ha confermato l'ordinanza coercitiva del 7 maggio 2019 con cui il Giudice
per le indagini preliminari del Tribunale di Vallo della Lucania ha applicato nei
confronti di Antonio Romano la misura della custodia cautelare in carcere
(medio
tempore
sostituita dallo stesso Giudice con quella degli arresti domiciliari), in
relazione a molteplici episodi di corruzione, peculato, turbativa d'asta ed
1
Penale Sent. Sez. 6 Num. 48272 Anno 2019
Presidente: TRONCI ANDREA
Relatore: BASSI ALESSANDRA
Data Udienza: 22/10/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA