Sentenza Nº 46430 della Corte Suprema di Cassazione, 12-10-2018

Data di Resoluzione:12 Ottobre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sui ricorsi proposto da :
Raso Ippolito
nato a Cinquefrondi il 10/02/1988
Raso Michelangelo
nato a Taurianova il 04/01/1977
Iannì Filippo
nato a Palmi il 12/02/1956
Giovinazzo Michele
nato a Gioia Tauro il 14/10/1976
Magnoli Girolamo nato a Cannes il 07/09/1979
D'Agostino Pietro
nato a Palermo 1'11/04/1979
Sacco Giovanni
a Palermo il 21/11/1962
Lofaro Antonino
nato a Gioia Tauro il 07/08/1980
Sala Antonino
nato a Palermo il 19/04/1984
avverso la sentenza del 10/01/2017 della Corte di Appello di Reggio Calabria
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita
la
relazione
svolta
dal
Consigliere
Donatella
Ferranti
udito il Procuratore Generale Cons. Mariella De Masellis
che ha concluso per l'inammissibilità del ricorso di Giovinazzo Michele e per il rigetto di tutti
gli altri ricorsi.
Penale Sent. Sez. 4 Num. 46430 Anno 2018
Presidente: PICCIALLI PATRIZIA
Relatore: FERRANTI DONATELLA
Data Udienza: 20/09/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
Per i ricorrenti Iannì Filippo e Giovinazzo Michele è presente l'Avv. Guido Contestabile, del
foro di Reggio Calabria, che insiste per l'accoglimento del ricorso.
Per i ricorrenti Raso Ippolito e Raso Michelangelo è presente, in sostituzione dell'Avv.
Domenico Putrino, L'Avv. Guido Contestabile che deposita nomina ex art.102 cpp e chiede
l'accoglimento del ricorso riportandosi ai motivi.
Per il ricorrente Lofaro Antonino è presente , in sostituzione dell'Avv. Antonio Virgillitto,
l'Avv. Guido Contestabile che deposita nomina ex art.102 cpp e chiede l'accoglimento del
ricorso riportandosi ai motivi.
Per il ricorrente D'Agostino Pietro è presente l'Avv.Daniele Agostino, del foro di Palermo,
che si riporta ai motivi del ricorso.
Per il ricorrente Sacco Giovanni è presente l'Avv. Rafffaele Bonsignore, del foro di Palermo,
che illustra i motivi del ricorso e ne chiede l'accoglimento.
Per i ricorrenti Iannì Filippo e Magnoli Girolamo è presente l'Avv. Luca Cianferoni, del foro
di Roma, che insiste per l'accoglimento dei ricorsi illustrandone i motivi.
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA