Sentenza Nº 21459 della Corte Suprema di Cassazione, 16-05-2019

Data di Resoluzione:16 Maggio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
DIOUF PAPA MALICK nato il 16/12/1962
avverso la sentenza del 16/01/2018 della Corte d'appello di Salerno
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere Sergio Di Paola
Udita il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale
Assunta Coconnello, che ha concluso per l'annullamento con rinvio della
sentenza impugnata, limitatamente al diniego di sostituzione della pena
detentiva con la pena pecuniaria;
udito il difensore Avv. Francesco Anelli, in sostituzione dell'Avv. Vincenzo
Vegliante, che ha concluso per l'accoglimento del ricorso.
RITENUTO IN FATTO
1.
La Corte Appello di Salerno, con sentenza in data 16 gennaio 2018,
confermava la condanna alla pena ritenuta di giustizia pronunciata in data 4
luglio 2014, dal Tribunale di Salerno, nei confronti di DIOUF PAPA MALICK in
relazione ai reati di cui agli artt. 81, comma 2, 474 e 648 cod. pen.
2.
Propone ricorso per cassazione la difesa dell'imputato, deducendo con il
primo motivo di ricorso violazione di legge, poiché la sentenza impugnata aveva
omesso di considerare e valutare il profilo dell'asserita contraffazione del
marchio apposto sui prodotti sequestrati, in assenza di qualsiasi prova sul punto.
Q
Penale Sent. Sez. 2 Num. 21459 Anno 2019
Presidente: DIOTALLEVI GIOVANNI
Relatore: DI PAOLA SERGIO
Data Udienza: 07/03/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA