Sentenza Nº 19256 della Corte Suprema di Cassazione, 07-05-2019

Data di Resoluzione:07 Maggio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da
Barsi Claudio, nato a Milano il 03/12/1958
avverso la sentenza del 09/05/2017 del Tribunale di Milano
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Michele Romano;
udito il Pubblico Ministero, in persona Sostituto Procuratore generale Elisabetta
Cesqui, che ha concluso chiedendo l'annullamento senza rinvio della sentenza
impugnata limitatamente agli effetti penali con 'conferma delle statuizioni civili;
udito il difensore dell'imputato, avv. Angelo Domenico Libero Cerchia, che ha
chiesto l'accoglimento del ricorso;
RITENUTO IN FATTO
1. Con la sentenza indicata in epigrafe il Tribunale di Milano ha riformato la
sentenza del 24 luglio 2014 del Giudice di pace di Milano, che aveva assolto
Claudio Barsi dall'imputazione di lesione personale ai danni di Tatiana Barinova
perché il fatto non sussiste rigettando la domanda della parte civile.
In particolare, il Tribunale, decidendo su appello della sola parte civile, ha
condannato Claudio Barsi alla pena di euro 800,00 di multa oltre al risarcimento
Penale Sent. Sez. 5 Num. 19256 Anno 2019
Presidente: VESSICHELLI MARIA
Relatore: ROMANO MICHELE
Data Udienza: 12/02/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA