Sentenza Nº 18215 della Corte Suprema di Cassazione, 02-05-2019

Data di Resoluzione:02 Maggio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sui ricorsi proposti da:
AMMENDOLA GIUSEPPE nato a'NAPOLI il 12/07/1962
BOSTI PATRIZIO nato a NAPOLI il 05/09/1958
BOVE LUIGI nato a NAPOLI il 20/05/1961
CAPPELLA ANTONIO nato a NAPOLI il 02/11/1972
CELIA LUIGI nato a NAPOLI il 28/09/1978
CONTINI EDOARDO nato a NAPOLI il 06/07/1955
CRISTIANO ANTONIO nato a NAPOLI il 08/04/1965
DI MUNNO ROSA nato a NAPOLI il 15/02/1964
FIDO ORESTE nato a NAPOLI il 19/03/1963
GALLETTO LUIGI nato a NAPOLI il 17/08/1954
GUERRIERO RAFFAELE nato a NAPOLI il 21/11/1987
MOCCARDI ROBERTO nato a NAPOLI il 06/01/1965
MURANO ROBERTO nato a NAPOLI il 01/03/1972
NURCATO RAFFAELE nato a NAPOLI il 02/02/1972
OTTAVIANO PAOLO nato a NAPOLI il 20/12/1973
RULLO NICOLA nato a NAPOLI il 04/10/1970
ZAZO SALVATORE nato a NAPOLI il 20/12/1956
D'ORTA ANNA
• MOCCARDI SALVATORE
Penale Sent. Sez. 1 Num. 18215 Anno 2019
Presidente: MAZZEI ANTONELLA PATRIZIA
Relatore: BONI MONICA
Data Udienza: 11/12/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
MOCCARDI GIANLUCA
avverso la sentenza del 15/06/2017 della CORTE APPELLO di NAPOLI
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere MONICA BONI;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore GIUSEPPINA CASELLA
che ha concluso chiedendo
Il PG conclude per l'annullamento con rinvio della sentenza impugnata da Moccardi
Roberto limitatamente alla disposta confisca e per il rigetto nel resto; per il rigetto dei
ricorsi di tutti gli altri imputati.
udito il difensore
L'Avv. Antonio Barbieri sostituto processuale dell'Avv. Domenico Dello Iacono
difensore di Cella Luigi, si riporta ai motivi di ricorso chiedendone l'accoglimento.
L'Avv. Guglielmo Ventrone difensore di Fido Oreste, Nurcato Raffaele e Ottavíano
Paolo insiste per l'accoglimento dei ricorsi.
L'Avv. Giuseppe Ricciulli difensore di Ammendola Giuseppe e Cristiano Antonio
conclude per l'accoglimento dei ricorsi.
A questo punto alle ore 13.10 l'udienza pubblica viene sospesa per essere ripresa alle
ore 14.45.
L'Avv. Saverio Senese difensore di Moccardi Roberto insiste per l'accoglimento del
ricorso e per Rulló Nicola, D'Orta Anna, Moccardi Salvatore e Moccardi Gianluca si
riporta ai motivi di ricorso chiedendone l'accoglimento.
L'Avv. Mauro Valentino difensore di Bosti Patrizio e in qualità di sostituto processuale
dell' Avv. Giuseppe De Gregorio .difensore di Zazo Salvatore conclude per
l'accoglimento dei ricorsi.
L'Avv. Raffaele Chiumniariello difensore di Bosti Patrizio e Confini Edoardo si riporta ai
motivi di ricorso chiedendone l'accoglimento.
L'Avv. Leopoldo Perone difensore di Ammendola Giuseppe, Cristiano Antonio,
Guerriero Raffaele e Ottaviano Paolo si riporta ai motivi di ricorso per Guerriero e
Ottaviano chiedendone l'accoglimento e insiste per l'accoglimento dei ricorsi di
Ammendola Giuseppe e Cristiano Antonio.
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
Ritenuto in fatto
1.Con sentenza emessa in data 15 giugno 2017 la Corte di appello di Napoli
riformava parzialmente la sentenza emessa dal G.u.p. del Tribunale di Napoli all'esito del
giudizio celebrato nelle forme del rito abbreviato, e, per l'effetto, per quanto qui rileva;
-assolveva Giuseppe Ammendola per non aver commesso il fatto dal delitto di cui al capo
82) limitatamente alla condotta di estorsione pluriaggravata, escludeva la circostanza
aggravante di cui all'art. 416-bis, comma 6, cod. pen. quanto al delitto di cui al capo 1) e
riduceva la pena inflittagli ad anni dieci di reclusione;
-ritenuta nei confronti di Patrizio Bosti la continuazione tra i fatti di reato giudicati e quelli
oggetto delle sentenze del Tribunale di Napoli del 19/07/1990, irrevocabile il 26/04/1994,
del 18/12/1997, irrevocabile il 19/1/2001 e del 16/5/2003, irrevocabile il 13/4/2005,
rideterminava la pena complessiva in anni sedici di reclusione;
-riduceva ad anni otto, mesi otto di reclusione la pena nei confronti di Luigi Bove;
-unificati nei confronti di Eduardo Contini i reati giudicati con quelli oggetto della
sentenza della Corte di appello di Napoli del 20/10/2009, irrevocabile il 13/07/2011,
rideterminava in anni ventuno, mesi sei di reclusione ed euro 2.065,83 di multa la pena
inflittagli;
-esclusa la circostanza aggravante di cui all'art. 416-bis, comma 6, cod. pen., riduceva ad
anni otto di reclusione la pena inflitta a Antonio Cristiano;
-assolveva Oreste Fido dai reati di cui ai capi 5) e 6) perchè il fatto non sussiste e dal
reato di cui al capo 8) quanto all'addebito di cui all'art. 473 cod. pen. per non aver
commesso il fatto, e, previa unificazione dei restanti reati di cui ai capi 2), 7), 8) e 48)
per continuazione, esclusa la circostanza aggravante di cui all'art. 416-bis, comma 6,
cod. pen. quanto al delitto di cui al capo 2), rideterminava la pena complessiva in anni
nove di reclusione;
-unificati nei confronti di Luigi Galletti i reati giudicati con quelli oggetto della sentenza
della Corte di appello di Napoli del 25/06/2015, irrevocabile il 16/06/2015, rideterminava
la pena inflittagli in anni quattordici e mesi quattro di reclusione ed euro 9.000,00 di
multa;
-concesse le circostanze attenuanti generiche, rideterminava in anni otto di reclusione la
pena inflitta a Raffaele Guerriero;
-unificati nei confronti di Roberto Murano i reati giudicati con quelli oggetto della
sentenza della Corte di appello di Napoli del 19/7/2002, irrevocabile il 9/12/2002,
rideterminava la pena inflittagli in anni otto e mesi otto di reclusione;
-assolveva Paolo Ottaviano dal reato di cui al capo 7), nonché dal reato di cui all'art. 473
cod. pen. ascritto al capo 8) per non aver commesso il fatto e riduceva la pena per il
delitto di cui all'art. 474, comma 2, cod. pen. ad
anni due di reclusione;
-unificati nei confronti di Nicola Rullo i reati giudicati con quelli oggetto della sentenza
1
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA