Sentenza Nº 12940 della Corte Suprema di Cassazione, 24-04-2020

Data di Resoluzione:24 Aprile 2020
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da:
ACOSTA GUSTAVO HERNAN nato a BUENOS AIRES (ARGENTINA) il 25/05/1961
avverso la sentenza del 26/01/2018 della CORTE APPELLO di VENEZIA
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal Consigliere PAOLA BORRELLI;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore GIUSEPPE
CORASANITI, che ha concluso chiedendo il rigetto del ricorso;
udito il difensore della parte civile, Avv. BORIS CAGNIN, che richiama la
memoria già prodotta e deposita conclusioni scritte e nota spese delle quali
chiede la liquidazione.
RITENUTO IN FATTO
1. La sentenza oggetto di ricorso per cassazione è stata pronunziata dalla
Corte di appello di Venezia il 26 gennaio 2018 e, su appello sia del Procuratore
generale che della parte civile, ha riformato la sentenza con la quale il Tribunale
di Treviso, sezione distaccata di Conegliano, aveva assolto Gustavo Hernan
Acosta per non aver commesso il fatto dai reati di cui agli artt. 615-ter e 616
cod. pen. per avere illecitamente violato, nell'anno 2005, il sistema informatico
della Irinox s.p.a., difeso da password, in particolare accedendo alle caselle di
posta elettronica dei dipendenti della società, colleghi dell'Acosta. La riforma è
Penale Sent. Sez. 5 Num. 12940 Anno 2020
Presidente: CATENA ROSSELLA
Relatore: BORRELLI PAOLA
Data Udienza: 24/02/2020
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA