Ordinanza Nº 22763 della Corte Suprema di Cassazione, 12-09-2019

Data di Resoluzione:12 Settembre 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
ordinanza
sul ricorso iscritto al n. 11467/2015 R.G. proposto da
Agenzia delle dogane,
rappresentata e difesa dall'Avvocatura
Generale dello Stato, presso la quale è domiciliata in Roma, via dei
Portoghesi n. 12;
- ricorrente e controricorrente al ricorso incidentale -
contro
Preca Brummel Spa,
rappresentata e difesa dagli Avv. Massimo
Basilavecchia e Massimo Fabio, con domicilio eletto presso l'Avv.
Piero Sandulli in Roma via F. Paolucci de' Calboli, n. 9, giusta
procura speciale in calce alla memoria ex art. 381.bis.1. c.p.c.;
- controricorrente e ricorrente incidentale
-
e
Freschi & Schiavoni Sr
l e D&C Spedizioni Srl,
rappresentate e
difese dall'Avv. Massimo Basilavecchia, con domicilio eletto presso
l'Avv. Piero Sandulli in Roma via F. Paolucci de' Calboli, n. 9, giusta
procura speciale in calce al controricorso;
- controricorrenti e ricorrenti incidentali
-
e
Centro Assistenza Doganale CAD D&C Spedizioni Srl,
rappresentata e difesa dall'Avv. Massimo Basilavecchia, con
Civile Ord. Sez. 5 Num. 22763 Anno 2019
Presidente: VIRGILIO BIAGIO
Relatore: FUOCHI TINARELLI GIUSEPPE
Data pubblicazione: 12/09/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
domicilio eletto presso l'Avv. Piero Sandulli in Roma via F. Paolucci
de' Calboli, n. 9, giusta procura speciale in calce al controricorso;
-
controricorrente al ricorso principale
-
avverso la sentenza della Commissione tributaria regionale della
Lombardia n. 5597/35/14, depositata il 28 ottobre 2014.
Udita la relazione svolta nella camera di consiglio del 28 marzo
2019 dal Consigliere Giuseppe Fuochi Tinarelli.
Lette le conclusioni depositate dal Sostituto Procuratore generale
Umberto De Augustinis che ha chiesto la riunione ai ricorsi nn.r.g.
10439/2014, 11486/2015 e 11567/2015 e la rimessione alla
pubblica udienza anche al fine di valutare, con riguardo alla
determinazione del
first sale price,
l'eventuale rimessione della
questione interpretativa alla Corte di Giustizia.
RILEVATO CHE
Preca Brummel Spa impugnavano gli avvisi di rettifica e gli atti
di contestazione delle sanzioni, emessi dall'Agenzia delle dogane in
relazione all'avvenuta importazione di capi di abbigliamento dalla
Cina tra il 2008 e il 2010 mediante vendite successive sull'assunto
dell'indebita dichiarazione del valore della prima vendita, nonché,
attese le caratteristiche della merce, che vedeva l'apposizione di
loghi e marchi famosi (quali Walt Disney, Warner Bros, e altri), per
non aver incluso nel valore in dogana i diritti di licenza.
La ricorrente rilevava che il valore indicato era corrispondente
al prezzo della precedente vendita, legittimamente scelto ex art.
147 DAC, in base al principio del
first sale price,
e che le royalties
erano state regolarmente pagate alle licenzianti, mentre per
l'acquisto dei prodotti si era rivolta a fornitori non comunitari terzi.
Analoghi ricorsi erano proposti da Freschi & Schiavoni Srl, D&C
Spedizioni Srl, nonché dal CAD D&C Spedizioni Srl, che avevano
operato per l'importatrice quali rappresentanti indiretti in relazione
alle specifiche operazioni cui avevano partecipato.
2
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA