Ordinanza Nº 14668 della Corte Suprema di Cassazione, 29-05-2019

Data di Resoluzione:29 Maggio 2019
 
ESTRATTO GRATUITO
sul ricorso 28009/2016 proposto da:
Regione Campania, elettivamente domiciliato in Roma, Via Poli 29,
presso l'ufficio di rappresentanza della Regione e rappresentata e
difesa dagli avvocati Corrado Grande, el Fabrizio Niceforo e
Giuseppe Testa, in forza di procura a margine del ricorso,
-ricorrente -
contro
Gestione Liquidatoria Consorzio Bonifica Valle Telesina,
Gironda Spv Sri,
- intimati -
nonché contro
Civile Ord. Sez. 1 Num. 14668 Anno 2019
Presidente: SAMBITO MARIA GIOVANNA C.
Relatore: SCOTTI UMBERTO LUIGI CESARE GIUSEPPE
Data pubblicazione: 29/05/2019
Corte di Cassazione - copia non ufficiale
Astaldi Spa, in persona del legale rappresentante pro tempore, in
proprio e quale mandatario dell'a.t.i. costituita da Icla Costruzioni
Generali spa, Tecnocostruzioni spa, Bove Emilio & figli snc, Igeco
srl, elettivamente domiciliata in Roma, Largo Sarti 4, presso lo
studio dell'avvocato Bruno Capponi che la rappresenta e difende
unitamente all'avvocato Domenico Di Falco in forza di procura in
calce al controricorso,
-controricorrente -
avverso la sentenza n. 426/2016 della CORTE D'APPELLO di
NAPOLI, depositata il 02/02/2016;
udita la relazione della causa svolta nella camera di consiglio del
09/04/2019 dal Consigliere UMBERTO LUIGI CESARE GIUSEPPE
SCOTTI;
FATTI DI CAUSA
1. La s.p.a. Astaldi, in proprio e quale mandataria
dell'associazione temporanea di imprese (a.t.i. costituita fra di
essa, l'ICLA Costruzioni Generali s.p.a. in liquidazione, la
Tecnocostruzioni s.p.a., la Bove Emilio e c. s.n.c. e la I.GE.CO.
s.r.I.), con atto notificato il 13/6/2006 ha convenuto in giudizio
dinanzi al Tribunale di Benevento, Sezione Distaccata di Guardia
Sanframondi, la Regione Campania e la Gestione Liquidatoria del
disciolto Consorzio di Bonifica Valle Telesina.
La Astaldi ha chiesto in via preliminare la riunione del giudizio
ad altro avente ad oggetto l'opposizione al decreto ingiuntivo
ottenuto dalla Astaldi nei confronti della Gestione Liqudatoria
relativamente al pagamento di tutte le riserve formulate nel corso
dei lavori per la realizzazione della strada a scorrimento veloce
Fondo Valle Asclero; nel merito Astaldi ha chiesto di dichiarare la
Regione Campania tenuta in solido, o in via esclusiva, al
pagamento dei crediti vantati nei confronti del disciolto Consorzio,
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA