n. 10 ORDINANZA 15 - 23 gennaio 2014 -

ha pronunciato la seguente ORDINANZA nel giudizio di legittimita' costituzionale dell'art. 1, comma 777, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - legge finanziaria 2007), promosso dalla Corte d'appello di Venezia nei procedimenti riuniti vertenti tra D. V. R. A. ed altri e l'INPS, con ordinanza del 2 maggio 2012 iscritta al n. 222 del registro ordinanze 2012 e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica n. 41, prima serie speciale, dell'anno 2012. Visti gli atti di costituzione dell'INPS e di C. S. ed altra, nonche' l'atto di intervento del Presidente del Consiglio dei ministri;

udito nella camera di consiglio del 4 dicembre 2013 il Giudice relatore Mario Rosario Morelli. Ritenuto che la Corte d'appello di Venezia, nel corso dei giudizi riuniti in epigrafe, ha sollevato questione di legittimita' costituzionale dell'art. 1, comma 777, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato - legge finanziaria 2007), in riferimento all'art. 117, primo comma, della Costituzione, in relazione all'art. 6, paragrafo 1, della Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle liberta' fondamentali (CEDU), firmata a Roma il 4 novembre 1950, ratificata e resa esecutiva con legge 4 agosto 1955, n. 848, come interpretato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo, e in particolare con la sentenza del 31 maggio 2011, resa nel caso Maggio e altri contro l'Italia;

che, secondo l'esposizione del rimettente, gli appellanti, premesso di aver prestato lavoro dipendente in Svizzera, avevano impugnato le sentenze di primo grado con le quali erano state rigettate le loro domande nei confronti dell'INPS, dirette ad ottenere la riliquidazione dei rispettivi trattamenti pensionistici tenendo conto di quanto effettivamente percepito, nel periodo di lavoro prestato in Svizzera, anziche' di quanto figurativamente ricostruito dall'INPS sulla base della maggiore aliquota contributiva italiana;

che dette domande erano state rigettate in primo grado alla stregua del dettato dell'art. 1, comma 777, della legge n. 296 del 2006 - donde la rilevanza della questione - affermandosene la natura retroattiva, in conformita' alla sentenza di questa Corte n. 172 del 2008, che ha ritenuto la natura interpretativa della citata disposizione, giudicando non fondata la relativa questione di legittimita' costituzionale;

che, cio' premesso, il...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA