INTESA 25 ottobre 2012 - Intesa sulla Modifica all''Accordo Multiregionale per l''attuazione degli interventi cofinanziati dal FEP (Fondo europeo per la pesca) nell''ambito del Programma Operativo 2007-2013. (Repertorio atti n. 198/CSR). (12A12428)

 
ESTRATTO GRATUITO

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I

RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE

PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

Nell'odierna seduta del 25 ottobre 2012:

Visto il Regolamento (CE) n. 1198/2006 del Consiglio, del 23 luglio 2006 e successive modifiche e integrazioni che, nell'ambito della politica comunitaria nel settore della pesca ed in coerenza con le disposizioni in materia di sostenibilita' ambientale e conservazione delle risorse, ha introdotto specifiche misure finalizzate allo sviluppo della competitivita' del settore ed ha istituito il Fondo Europeo per la Pesca (FEP), quale principale strumento finanziario per favorire l'attuazione delle Misure d'intervento, attraverso Programmi Operativi nazionali posti in essere dagli Stati membri, coerenti con gli indirizzi strategici;

Vista la legge 29 dicembre 1990, n. 428, concernente «Disposizioni per l'adempimento di obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia alle Comunita' europee - legge comunitaria 1990», che, all'art. 4, comma 3, cosi' come modificato dall'art. 2, comma 1 della legge 3 agosto 2004 n. 204, dispone l'adozione da parte del Ministro dell'agricoltura e delle foreste, nell'ambito della propria competenza, d'intesa con questa Conferenza, provvedimenti amministrativi direttamente conseguenti alle disposizioni dei Regolamenti e delle Decisioni comunitarie, al fine di assicurarne l'applicazione nel territorio nazionale;

Visto il Piano strategico nazionale per il settore della pesca, approvato con intesa sancita da questa Conferenza nella seduta del 20 settembre 2007, di cui all'Atto di repertorio n. 190, in coerenza con il quale la medesima Conferenza ha, successivamente, sancito intesa, con Atto repertorio n. 101/CSR del 20 marzo 2008, sulla ripartizione globale della spesa pubblica complessiva per le attivita' del Programma Operativo per il periodo 2007-2013, con la previsione di assegnare il 33% del finanziamento allo Stato ed il rimanente 67% alle Regioni e Province autonome;

Visto altresi' l'Accordo multiregionale, sancito il 18 settembre 2008 con intesa di questa Conferenza, di cui all'Atto repertorio n. 177/CSR, finalizzato all'azione coordinata, tra l'Amministrazione centrale e le Regioni e Province autonome, per l'attuazione degli interventi cofinanziati dal predetto Fondo (FEP), con l'elencazione, all'art. 3, delle diverse azioni da svolgersi, con suddivisione tra quelle attribuite alla responsabilita' diretta dello Stato, quelle delegate dall'Amministrazione centrale alle Regioni e quelle attribuite ad entrambe le componenti, centrale e regionali, da gestire in forma concorrente, rimodulato, da ultimo con intesa di cui all'Atto Rep. n. 47/CSR del 22 febbraio del corrente anno, allo scopo di ottimizzare le risorse stanziate per le azioni degli interventi previsti, a parita' di ripartizione finanziaria tra Stato e Regioni;

Vista la nota protocollo n 13894 del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, inviata il 19 settembre 2012 alla Segreteria di questa Conferenza, che ne ha provveduto l'inoltro alle Regioni e Province autonome il successivo 21 settembre del medesimo anno, con nota protocollo n. 4213, con la proposta, per le sole Regioni e Province autonome ad obiettivo «competitivita'» (non convergenza) ed unicamente per l'anno in corso, di una diversa percentuale nella ripartizione delle risorse per il Programma FEP tra lo Stato e le Regioni e Province autonome, assegnando a queste ultime il 65,24%, anziche' il 67% ed allo Stato il rimanente 34,76%, anziche' il 33%;

Preso atto che detta modifica, riguardante i piani finanziari di ciascuna Amministrazione interessata, di cui alle tabelle in Allegato 1 al provvedimento, e' stata realizzata a seguito della decisione, condivisa dall'apposita Cabina di regia, di procedere ad una sorta di autotassazione da parte delle Regioni e Province autonome del Nord, ad obiettivo competitivita', bagnate da acque marine, al fine di consentire all'Amministrazione centrale, che ne ha la competenza diretta ed esclusiva, il finanziamento della Misura 2.1 del Programma denominata «Arresto temporaneo», per il fermo biologico della pesca;

Visti gli esiti dell'istruttoria tecnica, svoltasi in data...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA