Indice armonizzato dei prezzi al consumo per I paesi dell'Unione Europea (c.d. Indice armonizzato europeo)

Pagine:67-67
 
ESTRATTO GRATUITO
564 565
PRATICA PRATICA
pra pra
Arch. loc. cond. e imm. 5/2018
Circolare Confedilizia 9 giugno 2018, Prot. n. 20483.18/GST/mb. Cedolare
secca per stato di emergenza.
Si richiama l’attenzione sulla circolare n. 19113 del 1° aprile 2015, relativa alla cedolare secca per lo stato di emer-
genza. Fino al 31.12.2019, l’aliquota del 10% della cedolare secca per i contratti di locazione “concordati” si applica –
oltre che ai contratti stipulati nei Comuni ad alta tensione abitativa (elenco sul sito Internet confederale) – anche ai
contratti stipulati nei Comuni per i quali sia stato deliberato lo stato di emergenza (cfr. Cn giugno 2014). Si acclude il
testo di legge che prevede tale possibilità (art. 9, comma 2-bis, del decreto-legge n. 47/2014, introdotto dalla legge di
conversione, n. 80/2014). Si unisce altresì il testo delle disposizioni (prima presenti nella legge n. 225/1992 che disci-
plinava il Servizio nazionale della protezione civile, e che ora sono state sostituite da quelle del d.lgs. n. 1/2018 Codice
della protezione civile), che normano gli eventi di calamità naturale e lo stato di emergenza.
Si ribadisce come sia necessario identificare i territori per i quali sia stato deliberato lo stato di emergenza nei cinque
anni precedenti il 28.5.2014, data di entrata in vigore della legge n. 80/2014. La Sede centrale ha individuato, regione per
regione, i decreti del Presidente del Consiglio o le deliberazioni governative che, in tale periodo, determinano o proroga-
no lo stato di emergenza. In allegato si inviano di nuovo sunti di tali provvedimenti. Ciascuna Federazione, Associazione
e Delegazione riceve quelli di propria specifica competenza territoriale, che potranno essere segnalati a singoli uffici
dell’Agenzia delle entrate che contestino l’agevolazione.
Si segnala, infine, che il D.P.C.M. 18.12.2008 dichiarò lo stato di emergenza per l’intero territorio nazionale e che tale
condizione venne prorogata con alcuni D.P.C.M., specifici per le varie regioni: 13.1.2010, 1.3.2010 e 21.1.2011 (quindi nel
quinquennio richiesto dalla disposizione sulla cedolare secca). Si allegano sunti anche di tali provvedimenti.
INDICE ARMONIZZATO DEI PREZZI AL CONSUMO PER I PAESI DELL’UNIONE
EUROPEA (C.D. INDICE ARMONIZZATO EUROPEO)
ANNO 2018
VARIAZIONE ANNUALE
Periodo cui si riferisce la variazione Dato pubblicato dall’ISTAT
Gennaio 2017-Gennaio 2018 1,2%
Febbraio 2017-Febbraio 2018 0,5%
Marzo 2017-Marzo 2018 0,9%
Aprile 2017-Aprile 2018 0,6%
Maggio 2017-Maggio 2018 1%
Giugno 2017-Giugno 2018 1,4%
ANNO 2017
VARIAZIONE ANNUALE
Periodo cui si riferisce la variazione Dato pubblicato dall’ISTAT
Gennaio 2016-Gennaio 2017 1%
Febbraio 2016-Febbraio 2017 1,6%
Marzo 2016-Marzo 2017 1,4%
Aprile 2016-Aprile 2017 2%
Maggio 2016-Maggio 2017 1,6%
Giugno 2016-Giugno 2017 1,2%
Luglio 2016-Luglio 2017 1,2%
Agosto 2016-Agosto 2017 1,4%
Settembre 2016-Settembre 2017 1,3%
Ottobre 2016-Ottobre 2017 1,1%
Novembre 2016-Novembre 2017 1,1%
Dicembre 2016-Dicembre 2017 1%
ANNO 2016
VARIAZIONE ANNUALE
Periodo cui si riferisce la variazione Dato pubblicato dall’ISTAT
Luglio 2015-Luglio 2016 -0,2%
Agosto 2015-Agosto 2016 -0,1%
Settembre 2015-Settembre 2016 0,1%
Ottobre 2015-Ottobre 2016 -0,1%
Novembre 2015-Novembre 2016 -0,1%
Dicembre 2015-Dicembre 2016 -0,5%
Proroga dei contratti nonché differimenti e sospensioni di esecuzioni
relativamente alle locazioni ad uso diverso dall’abitazione (*)
(*) La cronologia completa dei provvedimenti in oggetto si trova pubblicata sul n. 4/’16 di questa Rivista.
Differimenti e sospensioni di esecuzioni di rilascio relativamente alle
locazioni ad uso abitativo (**)
(**) La cronologia completa dei provvedimenti in oggetto si trova pubblicata sul n. 1/’15 di questa Rivista.
5/2018 Arch. loc. cond. e imm.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA