DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 27 settembre 2010, n. 207 - LR 27/2007 art. 32, comma 5. Regolamento recante modifiche al Regolamento per la concessione dei finanziamenti a favore delle Associazioni di rappresentanza, assistenza e tutela del movimento cooperativo, in attuazione dell'articolo 32, comma 5, della legge regionale 27/2007, emanato con decreto del Presidente della Regione 2 aprile 2009, n. 88.

 
INDICE
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Friuli-Venezia Giulia n. 40 del 6 ottobre 2010) IL PRESIDENTE Vista la legge regionale 3 dicembre 2007, n. 27 (Disciplina organica in materia di promozione e vigilanza del comparto cooperativo), con particolare riferimento all'art. 32 il quale prevede, al comma 2, che l'Amministrazione regionale e' autorizzata a concedere annualmente alle Associazioni del movimento cooperativo finanziamenti destinati a sostenere le attivita' dalle stesse programmate, ivi comprese quelle da attuarsi attraverso il Centro regionale per la cooperazione nelle scuole - cui le Associazioni destinano una quota del finanziamento annuale secondo criteri e modalita' fissati con regolamento - e dispone altresi', al comma 5, che le percentuali del riparto nonche' i criteri e le modalita' per la concessione dei finanziamenti e delle loro erogazioni anticipate sono definiti con il medesimo regolamento regionale;

Visto il proprio decreto 2 aprile 2009, n. 088/Pres. (Regolamento per la concessione dei finanziamenti a favore delle Associazioni di rappresentanza, assistenza e tutela del movimento cooperativo, in attuazione dell'art. 32, comma 5 della legge regionale 27/2007);

Visto l'art. 4, comma 2, del citato regolamento, il quale impone alle Associazioni del movimento cooperativo l'obbligo di prevedere all'interno del programma di attivita' l'importo minimo annuale di euro ventimila per il finanziamento della realizzazione da parte del Centro per la cooperazione nelle scuole di iniziative di divulgazione della cultura cooperativa in ambito didattico e scolastico e di promozione dell'educazione imprenditoriale in forma cooperativa, stabilendo altresi' che le quote di tale importo a carico delle singole Associazioni sono determinate proporzionalmente all'ammontare delle risorse finanziarie a ciascuna concesse;

Ravvisata l'opportunita' di realizzare compiutamente, anche a fronte della contrazione delle risorse disponibili, il principio di proporzionalita' tra somme concesse e importo da destinare al Centro per la cooperazione nelle scuole, convertendo tale importo da fisso in proporzionale, stabilendolo nella misura del due per cento dell'ammontare dello stanziamento annuale di bilancio previsto per i finanziamenti di cui all'art. 32 della legge regionale 27/2007;

Visto altresi' il comma 6 dell'art. 4 del...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA