Elenco delle norme sulla nuova procedura penale sottoposte al giudizio di legittimità della corte costituzionale, per le quali è stata pronunciata sentenza (Aggiornato alla G.U. Prima Serie spec. - n. 32 dell'11 agosto 1999)

Autore:Casa Editrice La Tribuna
Pagine:335-343
RIEPILOGO

Codice di procedura penale. L. 16 febbraio 1987, n. 81. D.P.R. 22 settembre 1988, n. 448. D.L.vo 28 Luglio 1989, n. 271. D.L.vo 28 luglio 1989, n. 272.

 
ESTRATTO GRATUITO

    Come precisato nel titolo, l'elenco tiene conto delle sole questioni di costituzionalità decise con sentenza e non anche di quelle decise con ordinanza. Si puntualizza, altresì, che la data riportata è quella del deposito e che in caso di modifica legislativa delle norme oggetto delle pronunce della Corte si sono mantenute anche le sentenze relative al testo precedente.


Page 335

@Codice di procedura penale

11 [3]: incostituzionale, nell'inciso «eccezion fatta per i reati commessi in udienza»: sent. 31 ottobre 1991, n. 390.

14 [2]: infondata (3, 24 Cost.): sent. 20 febbraio 1995, n. 52.

21 [3]: infondata (3, 24 [2], 25 [2]): sent. 6 luglio 1994, n. 280.

23 [1]: incostituzionale, nella parte in cui prevede la trasmissione degli atti al giudice competente anziché al pubblico ministero presso quest'ultimo quando il giudice del dibattimento dichiara con sentenza la propria incompetenza per territorio: sent. 7 marzo 1996, n. 70.

incostituzionale, nella parte in cui prevede la trasmissione degli atti al giudice competente anziché al pubblico ministero presso quest'ultimo quando il giudice del dibattimento dichiara con sentenza la propria incompetenza per materia: sent. 11 marzo 1993, n. 76.

24 [1]: incostituzionale, nella parte in cui dispone che a seguito dell'annullamento della sentenza di primo grado per incompetenza per territorio gli atti sono trasmessi al giudice ritenuto competente anziché al P.M. presso quest'ultimo: sent. 7 marzo 1996, n. 70.

incostituzionale, nella parte in cui dispone che a seguito dell'annullamento della sentenza di primo grado per incompetenza per materia gli atti sono trasmessi al giudice ritenuto competente anzichè al P.M. presso quest'ultimo: sent. 5 maggio 1993, n. 214.

27: infondata (3, 24, 25 Cost.): sent. 12 giugno 1991, n. 262.

infondata (3, 24, 25, 76 Cost.): sent. 24 ottobre 1995, n. 448.

33 [2]: infondata (25 [1] Cost.): sent. 23 dicembre 1998, n. 419.

34: inammissibile (76, 25, 101 Cost.): sent. 16 dicembre 1993, n. 439.

incostituzionale, nella parte in cui non prevede, nel processo penale a carico di imputati minorenni, l'incompatibilità alla funzione di giudice dell'udienza preliminare del giudice che come componente del tribunale del riesame si sia pronunciato sull'ordinanza che dispone una misura cautelare personale nei confronti dell'indagato o dell'imputato: sent. 18 luglio 1998, n. 290;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede, nel processo penale a carico di imputati minorenni, l'incompatibilità alla funzione di giudice dell'udienza preliminare del giudice che come componente del tribunale dell'appello avverso l'ordinanza che provvede in ordine a una misura cautelare personale nei confronti dell'indagato o dell'imputato si sia pronunciato su aspetti non esclusivamente formali dell'ordinanza anzidetta: sent. 18 luglio 1998, n. 290;

34 [2]: incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al giudizio nei confronti di un imputato il giudice che abbia pronunciato o concorso a pronunciare sentenza nei confronti di quello stesso imputato per il medesimo fatto: sent. 17 giugno 1999, n. 241.

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa pronunciarsi sulla richiesta di emissione del decreto penale di condanna il giudice per le indagini preliminari che abbia emesso l'ordinanza di cui agli artt. 409, quinto comma, e 554, comma 2, c.p.p.: sent. 21 novembre 1997, n. 346.

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità alla funzione di giudice dell'udienza preliminare nel processo penale a carico di imputati minorenni del giudice per le indagini preliminari che si sia pronunciato in ordine a una misura cautelare personale nei confronti dell'imputato: sent. 22 ottobre 1997, n. 311;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al giudizio nei confronti di un imputato il giudice che abbia pronunciato o concorso a pronunciare una precedente sentenza nei confronti di altri soggetti, nella quale ha la posizione di quello stesso imputato in ordine alla sua responaabilità penale sia già stata comunque valutata: sent. 2 novembre 1996, n. 371;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al giudizio abbreviato e disporre l'applicazione della pena su richiesta delle parti il giudice per le indagini preliminari che abbia disposto la modifica, la sostituzione o la revoca di una misura cautelare personale ovvero che abbia rigettato una richiesta di applicazione, modifica, sostituzione o revoca di una misura cautelare personale: sent. 20 maggio 1996, n. 155;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al giudizio abbreviato e disporre l'applicazione della pena su richiesta delle parti il giudice per le indagini preliminari che abbia disposto una misura cautelare personale: sent. 20 maggio 1996, n. 155;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa asporre l'applicazione della pena su richiesta delle parti il giudice che, come componente del tribunale del riesame si sia pronunciato sull'ordinanza che dispone una misura cautelare personale nei confronti dell'indagato o dell'imputato nonché il giudice che, come componente del tribunale dell'appello avverso l'ordinanza che provvede in ordine a una misura cautelare personale nei confronti dell'ndagato o dell'imputato, si sia pronunciato su aspetti non esclusivamente formali dell'ordinanza anzidetta: sent. 20 maggio 1996, n. 155:

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità alla funzione di giudizio del giudice che come componente del tribunale del riesame o dell'appello si sia pronunciato sull'ordinanza che dispone una misura cautelare personale nei confronti dell'indagato o dell'imputato, nel secondo caso purché si sia pronunciato su aspetti non esclusivamente formali dell'ordinanza anzidetta: sent. 24 aprile 1996, n. 131;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al giudizio dibattimentale il giudice per le indagini preliminari che abbia applicato una misura cautelare personale nei confronti dell'imputato: sent. 15 settembre 1995, n. 432;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità alla funzione di giudizio del giudice che abbia, all'esito di precedente dibattimento riguardante il medesimo fatto storico a carico del medesimo imputato, ordinato la trasmissione degli atti al P.M. a norma dell'art. 521, comma 2, c.p.p.: sent. 30 dicembre 1994, n. 455;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità alla funzione di giudizio del Gip che, per la ritenuta diversità del fatto sulla base di una valutazione del complesso delle indagini preliminari, abbia rigettato la domanda di oblazione: sent. 30 dicembre 1994, n. 453;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità a partecipare al giudizio abbreviato del Gip che abbia rigettato la richiesta di applicazione di pena concordata di cui all'art. 444 c.p.p.: sent. 16 dicembre 1993, n. 439;

Page 336

37: incostituzionale, nella parte in cui, qualora sia riproposta la dichiarazione di ricusazione, fondata sui medesimi motivi, fa divieto al giudice di pronunciare o concorrere a pronunciare la sentenza fino a che non sia intervenuta l'odinanza che dichiara inammissibile o rigetta la ricusazione: sent. 23 gennaio 1997, n. 10.

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità a procedere al dibattimento del pretore che, prima dell'apertura di questo, abbia respinto la richiesta di applicazione di pena concordata, per il ritenuto non ricorrere di un'ipotesi attenuata del reato contestato: sent. 26 ottobre 1992, n. 399;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità del giudice per le indagini preliminari che abbia rigettato la richiesta di applicazione di pena concordata di cui all'art. 444 c.p.p. a partecipare al giudizio: sent. 22 aprile 1992, n. 186;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità a partecipare all'udienza dibattimentale del giudice per le indagini preliminari presso la pretura che abbia respinto la richiesta di applicazione di pena concordata per la ritenuta non concedibilità di circostanze attenuanti: sent. 25 marzo 1992, n. 124;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede l'incompatibilità di partecipare al giudizio del Gip che ha rigettato la richiesta di decreto di condanna: sent. 30 dicembre 1991, n. 502;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al giudizio dibattimentale il Gip presso il tribunale che abbia emesso l'ordinanza di cui all'art. 409, quinto comma, c.p.p.: sent. 30 dicembre 1991, n. 502;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al giudizio dibattimentale il Gip presso la pretura che abbia emesso l'ordinanza di cui all'art. 554, secondo comma, c.p.p.: sent. 30 dicembre 1991, n. 502;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al successivo giudizio abbreviato il Gip presso il tribunale che abbia emesso l'ordinanza di cui all'art. 409, quinto comma, c.p.p.: sent. 12 novembre 1991, n. 401;

incostituzionale, nella parte in cui non prevede che non possa partecipare al successivo giudizio abbreviato il giudice per le indagini preliminari presso la pretura che abbia emesso l'ordinanza di cui all'art. 554, secondo comma, del medesimo codice: sent. 26 ottobre 1990, n. 496;

infondata (24 [2], 101 Cost.): sent. 31 maggio 1996, n. 177;

infondata (3, 25, 97, 101, 112 Cost.): sent. 16 dicembre 1993, n. 439;

infondata (76, 77 Cost.): sent. 12 novembre 1991, n. 401; sent. 30 dicembre 1991, n. 502; sent. 25 marzo 1992, n. 124; sent. 8 giugno 1992, n. 261;

infondata (76, 77, 25 Cost.): sent. 22 aprile 1992, n. 186;

infondata (76, 77, 25, 101 Cost.): sent. 25 marzo 1992, n. 124;

infondata (76 Cost.): sent. 18 marzo 1992, n. 108;

infondata (25, 76 Cost.): sent. 30 dicembre 1991, n. 502;

infondata (25, 101 Cost.): sent. 12...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA