PROVVEDIMENTO 18 maggio 2010 - Iscrizione nel registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione, dell''associazione tra camere di commercio, «Camera arbitrale del Piemonte», organismo creato in forma associata dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Torino, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano-Cusio-Ossola ...

 
ESTRATTO GRATUITO

IL DIRETTORE GENERALE della giustizia civile

Visto il decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 5;

Visti i regolamenti adottati con i DD.MM. nn. 222 e 223 del 23 luglio 2004;

Visto in particolare l'art. 3, comma 2, del decreto ministeriale 23 luglio 2004, n. 222, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 197 del 23 agosto 2004, nel quale si designa il direttore generale della giustizia civile quale responsabile del registro degli organismi deputati a gestire i tentativi di conciliazione a norma dell'art. 38 del decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 5;

Visto il decreto dirigenziale 24 luglio 2006, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 35 del 12 febbraio 2007, con il quale sono stati approvati i requisiti per l'iscrizione al registro degli organismi deputati a gestire i tentativi di conciliazione a norma dell'art. 5, comma 1, del decreto ministeriale 23 luglio 2004, n. 222;

Visto il P.DG 14 luglio 2008 d'iscrizione al n. 30 del registro degli organismi deputati a gestire tentativi di conciliazione a norma dell'art. 38 del decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 5, dell'associazione tra camere di commercio, «Camera arbitrale del Piemonte», organismo creato in forma associata dalle camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura di Torino, Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano- Cusio- Ossola e Vercelli, con sede legale c/o la C.C.I.A.A. di Torino, via Carlo Alberto n. 16, C. F. 80091380016 e P. IVA 05443890016;

Viste le istanze del 4 marzo 2010, prot. m. dg DAG 9 marzo 2010, n. 0036130.E e 3 maggio 2010, prot. m. dg DAG 12 maggio 2010, n. 67540.E, con le quali il dott. Pichetto Giuseppe, nato a Torino il 19 aprile 1937, in qualita' di legale rappresentante, ha chiesto l'inserimento di 78 ulteriori unita' nell'elenco dei conciliatori (25 in via esclusiva e 53 in via non esclusiva);

Considerato che, ai sensi dell'art. 1, lettera e), del decreto ministeriale 23 luglio 2004, n. 222, il conciliatore e' la persona fisica che individualmente o collegialmente svolge la prestazione del servizio di conciliazione;

che ai sensi dell'art. 4, comma 3, lettera f), del decreto ministeriale 23 luglio 2004, n. 222, il conciliatore deve dichiarare la disponibilita' a svolgere le funzioni di conciliazione per l'organismo che avanza l'istanza di iscrizione al registro;

che ai sensi dell'art. 6, comma 1, del decreto ministeriale 23 luglio 2004, n. 222, l'organismo di conciliazione richiedente e' tenuto ad allegare alla domanda d'iscrizione l'elenco dei conciliatori che si dichiarano disponibili allo svolgimento del servizio;

Verificata la sussistenza dei requisiti previsti nell'art. 4, comma 4, lettere a) e b), del citato decreto ministeriale 222/2004 per i conciliatori: in via esclusiva:

rag. Banone Andrea, nato ad Omegna (VB) il 26...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA