DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 16 gennaio 2009, n. 12 - Regolamento recante criteri e modalita' per la concessione dei contributi alla Presidenza del Distretto venatorio, in esecuzione dell'art. 39, comma 1, lettera d), della legge regionale 6 marzo 2008, n. 6 (Disposizioni per la programmazione faunistica e per l'esercizio dell'attivita' venatoria).

 
ESTRATTO GRATUITO

(Pubblicato nel Bollettino ufficiale della Regione Friuli-Venezia Giulia n. 4 del 28 gennaio 2009) IL PRESIDENTE Vista la legge 11 febbraio 1992, n. 157, e successive modificazioni 'Norme per la protezione della fauna selvatica omeoterma e per il prelievo venatorio';

Vista la legge regionale n. 6 marzo 2008, n. 6 'Disposizioni per la programmazione faunistica e per l'esercizio dell'attivita' venatoria';

Visto l'art. 14, commi 1 e 2, della legge regionale n. 6/2008, il quale prevede l'individuazione, con deliberazione della Giunta regionale, di unita' territoriali denominate Riserve di caccia e l'assegnazione, da parte dell'Amministrazione regionale, del territorio corrispondente a ciascuna Riserva di caccia a una associazione senza fine di lucro costituita tra i cacciatori ammessi a esercitare l'attivita' venatoria sul medesimo territorio;

Visto l'art. 17, commi 1 e 2, della legge regionale n. 6/2008, il quale dispone l'istituzione, con deliberazione della Giunta regionale, dei Distretti venatori definiti unita' territoriali composte dall'insieme delle Riserve di caccia, delle aziende faunistico-venatorie, delle aziende agri-turistico-venatorie e delle zone cinofile, il cui territorio ricade, in misura prevalente, nell'ambito territoriale di competenza del Distretto venatorio;

Visto l'art. 18 della legge regionale n. 6/2008, il quale individua le funzioni dei Distretti venatori e, in particolare, il comma 3, il quale prevede che, per la loro attivita', i Distretti venatori possono utilizzare risorse finanziarie private o pubbliche ed autorizza l'Amministrazione regionale a concedere contributi alla associazione della Riserva di caccia o ad altro soggetto che esprime il Presidente del Distretto venatorio, per le spese concernenti la predisposizione del Piano venatorio distrettuale (PVD) di cui all'art. 13 della medesima legge regionale, l'attivita' di segreteria e l'attivita' di presidenza, nella misura massima del 60 per cento delle spese ritenute ammissibili;

Visto l'art. 39, comma 1, lettera d), della legge regionale n.

6/2008, il quale prevede che, con regolamento - da emanarsi entro centottanta giorni dall'entrata in vigore della citata legge regionale - in esecuzione dell'art. 18, comma 3, sono determinati i criteri e le modalita' per la concessione dei contributi alla associazione della Riserva di caccia o ad altro soggetto che esprime il Presidente del Distretto venatorio e le tipologie di spese ammissibili;

Visto l'art. 40, comma 7, della legge regionale n. 6/2008, ai sensi del quale:

sino all'assegnazione dei territori delle Riserve di caccia prevista dall'art. 14, comma 2, della medesima legge regionale, e' fatta salva l'organizzazione venatoria di cui all'allegato A della legge regionale 31 dicembre 1999, n. 30, e successive modifiche (Gestione ed esercizio dell'attivita' venatoria nella Regione Friuli-Venezia Giulia);

sino alla scadenza determinata dall'applicazione della legge regionale n. 30/1999, gli organi statutari dei Distretti venatori e delle Riserve di caccia, in carica alla data di entrata in vigore della legge regionale n. 6/2008, continuano a svolgere le loro funzioni;

Visto il regolamento di organizzazione dell'Amministrazione regionale e degli Enti regionali, approvato con proprio decreto 27 agosto 2004, n. 0277/Pres. e successive modifiche e integrazioni;

Visto l'art. 42 dello Statuto di autonomia;

Vista la deliberazione della Giunta regionale 30 dicembre 2008, n. 2974, di approvazione del 'Regolamento recante criteri e modalita' per la concessione dei contributi alla Presidenza del Distretto venatorio, in esecuzione dell'art. 39, comma 1, lettera d), della legge regionale n. 6 marzo 2008, n. 6 (Disposizioni per la programmazione faunistica e per l'esercizio dell'attivita' venatoria)';

Decreta:

  1. E' emanato il 'Regolamento recante criteri e modalita' per la concessione dei contributi alla Presidenza del Distretto...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA