Sentenza nº 623 da C.G.A.R. Sicilia, 17 Novembre 2014

Date17 Novembre 2014
IssuerConsiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana

Il CONSIGLIO DI GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA PER LA REGIONE SICILIANA

in sede giurisdizionale

ha pronunciato la presente

DECISIONE

Raffaele Maria De Lipsis, Presidente

Gabriele Carlotti, Consigliere

Vincenzo Neri, Consigliere

Giuseppe Mineo, Consigliere, Estensore

Alessandro Corbino, Consigliere

per la riforma

della sentenza del TAR SICILIA - CATANIA (Sez. II) n. 01919/2001, resa tra le parti, concernente: Riconoscimento trattamento economico derivante da ?plus orario?

sul ricorso n.546/2002, proposto da:

GESTIONE STRALCIO DELL'EX U.S.L. n. 41 di MESSINA NORD, in persona del Commissario Liquidatore pro tempore ;

ASSESSORATO REGIONALE DELLA SANITA?, in persona dell'Assessore pro tempore,

tutti rappresentati e difesi per legge dall'Avvocatura dello Stato, presso la cui sede distrettuale in Palermo, via De Gasperi, n. 81, sono domiciliati.

SIPPELLI Guido, TRIMARCHI Rita, BRUCCINI Giovanni, FIORENTINO Rosalinda, SAUTA Grazia, BERTOLAMI Maria, MOBILIA Giuseppa, MONTEFORTE Francesca, RUSSO Carolina, - tutti rappresentati e difesi dall'avv. Ottavio Stracuzzi, con domicilio eletto presso Tommaso D'Angelo in Palermo, via Resuttana n. 366;

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nell'udienza pubblica del giorno 8 luglio 2014 il Cons. Giuseppe Mineo e uditi per le parti gli avvocati avv. di Stato Mango;

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

FATTO

Viene in discussione l'appello avverso la sentenza citata in epigrafe, con la quale il primo Giudice ha accolto il ricorso degli odierni appellati per ottenere il pagamento delle ore lavorative rese in regime di ?plus orario? negli anni 1990 e 1991.

Nelle memorie di costituzione e di replica, la difesa dei sanitari odierna parte appellata, dopo aver eccepito la carenza di rappresentanza processuale ?ex lege? dell'Avvocatura dello Stato, carenza di legittimazione processuale per la ex Gestione Stralcio, nonché carenza di interesse all'appello in capo all'Assessorato Regionale alla Salute, ha proposto appello incidentale sul capo di sentenza che ?immotivatamente ed in contrasto con i principi della soccombenza? ha statuito l'integrale compensazione delle spese del giudizio di primo grado.

Nell'udienza dell?8 luglio 2014 l'appello è stato trattenuto per la decisione.

DIRITTO

Gli odierni appellati, biologi e chimici ospedalieri in servizio presso il Laboratorio di Patologia Clinica dell'Ospedale Regina Margherita di Messina, gestito dall?1.01.1983 al 9.07.1995 dalla U.S.L. n. 41 di Messina Nord, e dal 10.07.1995 in poi dall'Azienda Ospedaliera ?Papardo? di...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA

VLEX uses login cookies to provide you with a better browsing experience. If you click on 'Accept' or continue browsing this site we consider that you accept our cookie policy. ACCEPT