COMUNE DI BERGAMO DIREZIONE AFFARI ISTITUZIONALI AGENZIA CONTRATTI (scad. 24 novembre 2008) - PROCEDURA APERTA

 
ESTRATTO GRATUITO

PROCEDURA APERTA 1. ENTE APPALTANTE Comune di Bergamo - Agenzia Contratti - con sede in Piazza Matteotti 27, 24122 Bergamo, tel. 035.399058 fax 035 399302 indirizzo e-mail contratti@comune.bg.it.

  1. OGGETTO DELL'APPALTO Procedura aperta per l'appalto dei lavori di manutenzione straordinaria di strade, piazze, parcheggi, percorsi pedonali e luoghi aperti al pubblico transito con abbattimento delle barriere architettoniche.

    Determinazione a contrarre n. 2209 Reg. Det. in data 25.09.2008

    CODICE CIG 0218893C34

    Le opere comprese nell'appalto sono specificate nell'art. 1 del capitolato speciale d'appalto.

    Il progetto comprende le seguenti categorie:

    Categoria prevalente Cat. OG3 importo euro 461.575,87

    Categorie scorporabili e subappaltabili Cat. OS26 importo euro 152.341,98

    Ai soli fini del subappalto si evidenziano anche le lavorazioni appartenenti alle sottoindicate categorie di importo inferiore al 10% e a 150.000 Euro:

    Cat. OS10 importo euro 34.026,63

    Cat. OS24 importo euro 7.755,52

  2. IMPORTO DELL'APPALTO Euro 671.000,00 (seicentosettantunomila/00) di cui Euro 15.300,00 per oneri della sicurezza non soggetti a ribasso 4. FORMA DELL'APPALTO L'appalto verra' aggiudicato ai sensi dell'art. 82 comma 2 lettera

    1. del D.Lgs 163/2006 mediante ribasso percentuale sull'elenco prezzi delle opere a misura posto a base di gara.

    5 CRITERI DI INDIVIDUAZIONE DELLE OFFERTE ANORMALMENTE BASSE.

    L'Amministrazione comunale appaltante valutera' , ai sensi dell'art.86, comma 1 del D.Lgs 163/2006, la congruita' delle offerte che presentino una percentuale di ribasso pari o superiore alla media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del 10%,arrotondato all'unita' superiore,rispettivamente delle offerte di maggior e di minor ribasso incrementata dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta media.

    L'esclusione del 10% delle offerte di maggiore e minore ribasso e' finalizzata esclusivamente alla determinazione della soglia di anomalia e non comporta la loro automatica esclusione dalla gara.

    Le offerte devono essere presentate, pertanto a pena di esclusione, corredate dalle giustificazioni relative alle seguenti voci di prezzo che concorrono a formare l'importo complessivo posto a base di gara:

    - scavi, demolizioni, rimozioni, reinterri ed oneri discarica - sottofondi e massicciate - cordonature - pavimentazioni bituminose - pavimentazioni lapidee - caditoie, pozzetti e cavidotti - segnaletica orizzontale - segnaletica verticale - arredo urbano - opere del verde Le giustifiche di cui al precedente punto potranno esser redatte su modello all'uopo predisposto dall'Amministrazione appaltante e pubblicato sul sito della medesima (www.comune.bergamo.it link: gare ed appalti) unitamente al modello di autocertificazione. Le giustifiche in ogni caso dovranno riguardare:

    Economicita' del procedimento di costruzione;

    - Soluzioni tecniche adottate;

    - Condizioni eccezionalmente favorevoli di cui dispone l'offerente per eseguire i lavori relativi alle voci di prezzo soprariportate;

    - Costo del lavoro come determinato periodicamente in apposite tabelle dal ministro del lavoro e delle politiche sociali (art. 87 comma 2) lettera g) D:Lgs. 163/2006 - Altro.

  3. CRITERI DI VERIFICA DELLE OFFERTE ANORMALMENTE BASSE.

    L'Amministrazione comunale appaltante procedera', avvalendosi se del caso, di apposita Commissione tecnica, alla verifica delle offerte anomale ai sensi dell'articolo 87 del D.lgs.163/2006 con il procedimento previsto al successivo articolo 88 del medesimo decreto.

    In caso di gara deserta o di deposito di offerte inaccettabili sotto il profilo degli offerenti e delle offerte si procedera' all'aggiudicazione mediante procedura negoziata ai sensi dell' art.57, comma 2) lettera a), del Dlgs 163/2006 e s.m.i.

    L'aggiudicazione avverra' anche in presenza di una sola offerta purche' valida.

  4. LUOGO D'ESECUZIONE Comune di Bergamo 8. DURATA DELL'APPALTO L'appalto ha la durata complessiva di giorni 250 (duecen-tocinquanta) naturali, successivi e continui, decorrenti dalla data del verbale di consegna dei lavori.

  5. CONSULTAZIONE PROGETTO La consultazione e la visione del progetto sara' possibile al mattino dei giorni feriali (sabato escluso) dalle ore 09.00 alle ore 12.00 presso la Divisione Infrastrutture e Arredo Urbano- via Canovine n. 23 - piano terra (tel. 035/399404); l'Impresa richiedente, a propria cura e spese, potra' altresi' effettuare copia degli elaborati progettuali presso il CENTRO COPIA F.LLI FUMAGALLI via Palma il Vecchio n. 115/117 (c/o complesso il Triangolo - 1° piano), telef. 035/247362.

  6. TERMINE ULTIMO PER IL RICEVIMENTO DELLE OFFERTE:

    Il plico contenente l'offerta e la relativa documentazione, pena l' esclusione dalla gara, dovra' pervenire entro e non oltre le ore 12,30 del giorno 24 novembre 2008 presso l'Ufficio Protocollo della Divisione Gestione Documentale del Comune di Bergamo - Piazza Matteotti n. 3.

    Il plico potra' anche essere spedito a rischio del concorrente, per mezzo della posta o di terze persone ed anche in tale caso il plico, per essere valido dovra' pervenire al predetto ufficio in busta chiusa non piu' tardi del predetto giorno e ora.

    Il plico dovra' indicare all'esterno sia il nome dell'impresa offerente, in caso di associazione il nome di tutti i concorrenti associati, sia l'oggetto della gara.

  7. DATA ORA E LUOGO DELL'APERTURA:

    Comune di Bergamo, Piazza Matteotti n. 3 - 2° piano, il giorno 26 novembre 2008 alle ore 9,15 .

    Le operazioni di gara saranno pubbliche e pertanto chiunque e' ammesso ad assistervi.

  8. CAUZIONI E ALTRE FORME DI GARANZIA RICHIESTE:

    Cauzione provvisoria pari al 2% dell'importo dei lavori - Euro 13.420,00 (tredicimilaquattrocentoventi/00) - presentata con le modalita' previste dall'art. 75 del D. Lgs. n. 163/2006.

    In caso di cauzione prestata mediante polizza o fideiussione, la stessa dovra' obbligatoriamente essere conforme allo schema di polizza tipo 1.1 approvato con Decreto del Ministro delle Attivita' Produttive del 12 marzo 2004 n. 123, preavvertendosi che non saranno accettate polizze o fideiussioni rilasciate con modalita' e contenuti diversi da quello di cui al predetto schema di polizza tipo.

    In caso di Associazione Temporanea d'Imprese, non ancora formalmente costituita, la suddetta cauzione, se prestata mediante polizza o fidejussione, dovra' risultare intestata a tutti i componenti dell'A.T.I. stessa con specificato espressamente mandanti e mandatari, pena l'esclusione dalla gara.

    Si richiama l'attenzione sul disposto dell'art. 40, comma 7, del D.Lgs n. 163/2006 circa la possibilita' di ridurre del 50% l'importo della cauzione sopra indicato.

    L'aggiudicatario, ai sensi all'art. 113 del D.Lgs n. 163/2006 dovra'...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA