Ordinanza del 14 aprile 2008 emessa dal G.i.p. del Tribunale di Asti nel procedimento penale a carico di Pacifico Emilio ed altro Processo penale - Accertamenti tecnici non ripetibili - Dovere del pubblico ministero di non procedere agli stessi subordinato alla riserva dell'indagato di promuovere incidente probatorio, anziche' alla richiesta del...

 
ESTRATTO GRATUITO

IL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI

Visti gli atti del procedimento penale nei confronti di:

1) Pacifico Emilio, nato a Mondragone (CE) il 1° giugno 1954, residente ad Asti in via Baudoin n. 23, ivi dom. dich., difeso di fiducia dall'avv. Ferruccio Rattazzi del Foro di Asti;

2) Incorvaia Antonino, nato ad Asti il 14 gennaio 1968, residente ad Asti in via Pavese n. 31, difeso d'ufficio dall'avv. Marco Scassa del Foro di Asti; sottoposti a indagini per il reato di cui agli artt. 56, 624, 625 c.p. commesso in Isola d'Asti il 5 ottobre 2006 in danno di Bertodo Renata Giuseppina (nata a Montegrosso d'Asti il 18 settembre 1948 e residente a Isola d'Asti in Corso Volpini n. 108/A);

Sulla questione di legittimita' costituzionale sollevata dal p.m. in data 27 marzo 2008;

O s s e r v a

Nel corso delle indagini preliminari a carico di Pacifico Emilio e Incorvaia Antonino. indiziati del reato di tentato furto aggravato, in data 7 marzo 2008 il p.m. disponeva procedersi. ex art. 360 c.p.p., ad accertamenti tecnici non ripetibili diretti all'estrazione del D.N.A. da un mozzicone di sigaretta fumato dal Pacifico e alla sua comparazione con il profilo genetico ricavato dalle tracce ematiche repertate sul luogo del delitto.

In data 11 marzo 2008 il difensore del Pacifico formulava «riserva di promuovere incidente probatorio ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 360, comma 4 c.p.p.».

Immediatamente il p.m. sospendeva la procedura di conferimento dell'incarico.

Alla riserva del difensore non seguiva, tuttavia, alcuna richiesta di incidente probatorio.

Pertanto, con atto del 27 marzo 2008 il p.m. ha eccepito l'illegittimita' costituzionale dell'art. 360, comma 4 c.p.p. con le argomentazioni che si riportano:

A fronte della «riserva» espressa dall'indagato Pacifico, questo p.m. ritiene di dover richiedere alla S.V. l'ammissione di incidente probatorio per svolgere gli accertamenti tecnici irripetibili di cui sopra.

Preliminarmente pero' questo p.m. chiede alla S.V. di sollevare questione di legittimita' costituzionale dell'art. 360, quarto comma, c.p.p. in quanto questa norma incide indebitamente sull'esercizio dell'azione penale.

La disposizione infatti non stabilisce alcun termine entro il quale l'indagato debba sciogliere la riserva di promuovere incidente probatorio. Dato che l'indagato non e' per nulla interessato all'accertamento della verita'...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA