Sentenza nº 3462 da Consiglio di Stato, 25 Giugno 2013

Data di Resoluzione:25 Giugno 2013
Emittente:Consiglio di Stato
 
ESTRATTO GRATUITO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Quarta)

ha pronunciato la presente

ORDINANZA

Paolo Numerico, Presidente

Diego Sabatino, Consigliere

Raffaele Potenza, Consigliere

Francesca Quadri, Consigliere, Estensore

Andrea Migliozzi, Consigliere

per la riforma

della sentenza breve del T.A.R. CAMPANIA - SEZ. STACCATA DI SALERNO: SEZIONE II n. 01195/2012, resa tra le parti, avverso sentenza con cui il giudice amministrativo ha dichiarato il difetto di giurisdizione - pagamento somme a seguito di occupazione sine titulo

sul ricorso numero di registro generale 8329 del 2012, proposto da:

Vincenzo Napoli e Tommaso Napoli, rappresentati e difesi dall'avv. Nicola Belsito, con domicilio eletto presso Simona Rinaldi Gallicani in Roma, via Baldo degli Ubaldi 66;

Anas Spa;

Todini Costruzioni Generali Spa, rappresentata e difesa dall'avv. Corinna Fedeli, con domicilio eletto presso Corinna Fedeli in Roma, via Emilia, 88;

Visti il ricorso in appello e i relativi allegati;

Visto l'atto di costituzione in giudizio di Todini Costruzioni Generali Spa;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 14 maggio 2013 il Cons. Francesca Quadri e uditi per le parti gli avvocati Nicola Belsito e Corinna Fedeli;

  1. I ricorrenti hanno proposto ricorso in appello per la riforma della pronuncia del Tar Campania- Sezione di Salerno n. 1195/2012, con cui il tribunale, con sentenza in forma semplificata emessa in sede di decisione della domanda cautelare, ai sensi dell'art. 60 cod. pr. amm., ha declinato la propria giurisdizione sulla domanda di risarcimento del danno conseguente alla occupazione appropriativa ed alla trasformazione di un'area adiacente a quella occupata, giusta decreto di occupazione di urgenza preordinato all'espropriazione, emesso dal Prefetto della Provincia di Salerno, su richiesta dell'ANAS, per la realizzazione delle opere della terza corsia dell'autostrada Salerno ? Reggio Calabria.

    A tali conclusioni il Tar è giunto sul rilievo che la domanda verterebbe in ipotesi di occupazione senza titolo, perché priva di dichiarazione di pubblica utilità, caratterizzata dalla carenza ab origine del potere espropriativo.

    I ricorrenti fanno presente che il giudizio dinanzi al Tar segue la riassunzione di una precedente causa proposta, con gli stessi petitum e causa petendi, con atto di citazione dinanzi al Tribunale civile di Salerno, che si era anch'esso dichiarato sfornito di giurisdizione, con sentenza n. 2224/09 del 12 ottobre 2008, sull'opposto rilievo della legittimità dell'originaria occupazione del fondo di proprietà dei ricorrenti e della sua estensione ad altra parte del fondo verificatasi nel corso...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA