Sentenza nº 2059 da Consiglio di Stato, 14 Aprile 2010

Data di Resoluzione:14 Aprile 2010
Emittente:Consiglio di Stato
 
ESTRATTO GRATUITO

Il Consiglio di Stato

in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)

ha pronunciato la presente

DECISIONE

Gianpiero Paolo Cirillo, Presidente FF

Filoreto D'Agostino, Consigliere, Estensore

Roberto Chieppa, Consigliere

Adolfo Metro, Consigliere

Angelica Dell'Utri, Consigliere

per l'esecuzione

della sentenza del CONSIGLIO DI STATO :Sezione V n. 06678/2006, resa tra le parti, concernente DISPENSA DAL SERVIZIO PER INIDONEITA' FISICA.

Sul ricorso numero di registro generale 2554 del 2008, proposto da:

Vestri Giannino, rappresentato e difeso dagli avv. Arturo Antonucci, Piero Brunori, con domicilio eletto presso Arturo Antonucci in Roma, corso Trieste N.87;

Comune di Torrita di Siena, rappresentato e difeso dagli avv. Stefano Cipriani, Leonardo Piochi, con domicilio eletto presso Daniela Jouvenal Long in Roma, piazza di Pietra,26;

Visto il ricorso in appello con i relativi allegati;

Viste le memorie difensive;

Visti tutti gli atti della causa;

Relatore nella camera di consiglio del giorno 16 marzo 2010 il Cons. Filoreto D'Agostino e uditi per le parti gli avvocati Brunori e Piochi;

Ritenuto e considerato in fatto e diritto quanto segue.

FATTO

  1. Con decisione 14 novembre 2006, n. 6678, questa sezione del Consiglio di Stato, in riforma della sentenza del Tar della Toscana 8 gennaio 2004 n. 3, ha annullato le deliberazioni del 17.11.1989 e n. 1 del 4.1.1990 con le quali la Giunta Comunale del Comune di Torrita di Siena, con decorrenza dal 9.12.1989, aveva dispensato dal servizio per inidoneità fisica l'autista netturbino, sig. Giannino Vestri.

    L'accoglimento del ricorso è motivato con la fondatezza della censura di mancato rispetto delle garanzie procedimentali previste dagli artt. 129 e 130 del t.u. 10 gennaio 1957, n. 3.

  2. Passata in giudicato la decisione in questione, il ricorrente ha chiesto all'amministrazione comunale di dare esecuzione alla pronuncia giurisdizionale, ?ricostruendo la sua carriera dal punto di vista giuridico ed economico, a partire dalla data della illegittima dispensa fino a quella in cui egli ha maturato l'età pensionabile, con ogni conseguenza retributiva e contributiva?.

  3. Il contegno del Comune di Torrita di Siena concernente l'esecuzione del citato dictum appariva elusivo all'interessato, che si è rivolto nuovamente a questa Sezione perché venisse disposta l'ottemperanza alla su indicata decisione, ordinando al Comune di Torrita di Siena di ricostruire la sua carriera dal punto di vista giuridico ed economico, a partire dalla data della illegittima dispensa fino a quella in cui egli ha maturato l'età pensionabile, con riconoscimento di tutte le spettanze retributive e contributive, oltre agli effetti sul trattamento di fine servizio; il tutto con interessi e rivalutazione monetaria.

  4. Con decisione 10 febbraio 2009, n. 949 questa Sezione:

    dichiarava nullo ai sensi dell'articolo 21 septies comma 1 della legge 7 agosto 1990, n. 241 il provvedimento sopravvenuto...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA