Ordinanza nº 344 da Corte Costituzionale, 13 Dicembre 1985

Relatore:Francesco Saja
Data di Resoluzione:13 Dicembre 1985
Emittente:Corte Costituzionale
 
ESTRATTO GRATUITO

ORDINANZA N. 344

ANNO 1985

REPUBBLICA ITALIANA

In nome del Popolo Italiano

LA CORTE COSTITUZIONALE

composta dai signori:

Prof. LIVIO PALADIN, Presidente

Avv. ORONZO REALE

Avv. ALBERTO MALAGUGINI

Prof. ANTONIO LA PERGOLA

Prof. VIRGILIO ANDRIOLI

Prof. GIUSEPPE FERRARI

Dott. FRANCESCO SAJA

Prof. GIOVANNI CONSO

Prof. ETTORE GALLO

Dott. ALDO CORASANITI

Prof. GIUSEPPE BORZELLINO

Dott. FRANCESCO GRECO

Prof. RENATO DELL'ANDRO, Giudici,

ha pronunciato la seguente

ORDINANZA

nei giudizi di legittimità costituzionale degli artt. 657 cod. proc. civ. e 3 legge 27 luglio 1978 n. 392 (Disciplina delle locazioni degli immobili urbani), promossi con ordinanze emesse il 2 e 8 febbraio 1984 dal Pretore di Nuoro e 15 maggio 1984 dal Pretore di Foligno, iscritte ai nn. 314, 404 e 872 del registro ordinanze 1984 e pubblicate nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica nn. 238 e 266 dell'anno 1984 e n. 7 bis dell'anno 1985.

Visti gli atti di intervento del Presidente del Consiglio dei ministri;

udito nella camera di consiglio del 20 novembre 1985 il Giudice relatore Francesco Saja.

Ritenuto che nel corso di un procedimento civile vertente tra Deiana Rosa e Farci Luigi e avente ad oggetto licenza per finita locazione, il Pretore di Nuoro con ordinanza del 2 febbraio 1984 (reg. ord. n. 314 del 1984) sollevava questione di legittimità costituzionale dell'art. 657 cod. proc. civ. in riferimento all'art. 3 Cost.;

che secondo il Pretore la norma impugnata, in quanto consente al locatore di usufruire della cessazione del rapporto locativo senza dover provare un giustificato motivo, porrebbe i locatori di immobili abitativi in posizione ingiustificatamente più favorevole rispetto agli altri "che agiscono per necessità ai sensi degli artt. 29 e 59 della l. 27 luglio 1978 n. 392, con conseguente disparità di trattamento sia tra locatori, sia tra conduttori";

che la stessa questione veniva sollevata dal medesimo Pretore con ordinanza dell'8 febbraio 1984 (reg. ord. n. 404/1984) emessa nel procedimento civile vertente tra Corda Anna Rosa e Solinas Giovanni Santo;

che analoga questione veniva sollevata dal Pretore di Foligno con ordinanza del 15 maggio 1984 (reg. ord. n. 872/1984), nella quale la facoltà del locatore di fruire della cessazione del contratto senza dover addurre una giusta causa (il Pretore impugnava l'art. 3 legge n. 392 del 1978) veniva ritenuta in contrasto con gli artt. 2 (contrarietà al principio di solidarietà sociale), 3 (disparità di trattamento tra...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA