La vigilanza sui mercati

Autore:Marco Fratini
Pagine:335-339
 
ESTRATTO GRATUITO
335
Capitolo Quarto
La vigilanza sui mercati
SOMMARIO: 1. Il sistema della vigilanza. - 2. La vigilanza sulle società di gestione e sui mercati. - 3.I
provvedimenti straordinari. - 4. La vigilanza sui mercati all’ingrosso di titoli di Stato. - 5. La vi-
gilanza sui sistemi di compensazione, liquidazione e garanzia. - Bibliografia.
1. Il sistema della vigilanza
La disciplina dei mercati esordisce con una disposizione generale (art. 60-ter
del TUF) che individua i principi ispiratori del potere regolamentare della Consob e
della Banca d’Italia in materia. Si tratta degli stessi principi, elencati dall’art. 6,
comma 01, del TUF, che informano la vigilanza sugli intermediari.
Attraverso l’estensione di tali principi alla disciplina dei mercati viene ivi in-
trodotto il principio internazionale della c.d. better regulation, volto a definire re-
gole e forme di vigilanza che valorizzino l’autonomia decisionale dei soggetti vigi-
lati, che rispettino un principio di proporzionalità nel raggiungimento del fine, che
riconoscano il carattere internazionale del mercato finanziario e, quindi, tendano
alla salvaguardia della posizione competitiva dell’industria italiana e alla sua inno-
vazione e concorrenzialità.
Molto rilevante si presenta il principio di proporzionalità dell’azione regola-
mentare, in quanto consente alle autorità dei vigilanza di modulare il proprio inter-
vento sulle società di gestione del mercato e sui mercati e conseguentemente valo-
rizzare in modo efficace l’attività di vigilanza, favorendo una maggiore concorren-
zialità. L’aspetto “dimensionale”, il ruolo che i singoli sistemi di negoziazione as-
sumono nel processo di determinazione dei prezzi degli strumenti finanziari nego-
ziati o ancora la tipologia di partecipanti al mercato costituiscono linee-guida per
l’applicazione del principio di proporzionalità.
Oltre alla vigilanza regolamentare, il Testo unico della finanza delinea un sistema
di controlli e di poteri articolato per soggetti e per funzioni, di seguito esaminato.
2. La vigilanza sulle società di gestione e sui mercati
Le società di gestione dei mercati regolamentati sono soggette alla vigilanza
della Consob. Il Testo unico della finanza formalmente separa la vigilanza sulle so-
cietà di gestione, cui è dedicato l’art. 73, dalla vigilanza sui mercati, cui è dedicato
l’art. 74. Non può non rilevarsi, tuttavia, la stretta relazione che intercorre fra la vi-
gilanza sul soggetto e la vigilanza sull’attività svolta dal soggetto, dal momento che
i profili relativi alla società di gestione (in termini di infrastrutture di negoziazione,
regolamentazione del mercato e governance) possono avere un impatto significati-
vo sui mercati gestiti. È proprio da tale visione “unitaria” dell’attività di vigilanza
posta in essere sia sui mercati, sia sui soggetti gestori che può trarsi la ratio delle
finalità della vigilanza, che consistono nella trasparenza, nell’ordinato svolgimento
delle negoziazioni e nella tutela degli investitori.

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA