CIRCOLARE 7 luglio 2003, n. 19 - Mutui ad enti locali, ad enti vari ed a cooperative edilizie. Riapertura dei termini per la rinegoziazione dei mutui in essere e nuova misura dell'indennizzo per l'estinzione anticipata dei mutui

 
ESTRATTO GRATUITO

Agli enti locali, agli enti di diritto pubblico ed alle cooperative edilizie aventi mutui in ammortamento con l'I.N.P.D.A.P.

e, p. c.:

Al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti - Direzione generale edilizia residenziale e politiche abitative

Al Ministero dell'interno - Direzione centrale della finanza locale

Sulla scia delle numerose istanze di rinegoziazione dei tassi presentate dai mutuatari successivamente al 31 dicembre 1999, nonche' delle argomentazioni rappresentate per una riduzione dell'indennizzo di estinzione anticipata previsto dalla circolare n. VIII del 24 ottobre 1999, il commissario straordinario dell'INPDAP, con la delibera n. 21 del 9 giugno 2003, ha disposto la riapertura dei termini di accettazione delle domande di rinegoziazione dei tassi ed ha unificato, con quelle gia' in essere per i mutui ipotecari edilizi, le penalita' previste in caso di estinzione anticipata dei mutui concessi agli enti ed alle cooperative edilizie.

Si riassumono di seguito le condizioni nell'intesa che, ad eccezione di quanto diversamente contenuto nella presente circolare, per la rinegoziazione e per la estinzione anticipata resta valido quanto deliberato dal C.d.A. con atto n. 956/99 e riportato nella gia' citata circolare n. VIII/1999.

Rinegoziazione dei mutui.

La rinegoziazione riguarda tutti i mutui concessi agli enti, alle cooperative edilizie ed ai soci titolari di mutuo edilizio individuale ed e' consentita al tasso del 6 per cento a rate semestrali posticipate per gli enti e a rate trimestrali per le cooperative ed i soci.

Il termine ultimo di presentazione delle nuove istanze viene fissato al 31 dicembre 2003 ed a tal fine fara' fede il timbro postale.

Le domande di rinegoziazione dovranno essere inviate, a mezzo raccomandata, entro il 31 dicembre 2003 alla Direzione centrale del credito, attivita' sociali, ufficio IV - viale Aldo Ballarin n. 42 - 00142 Roma. Le richieste che perverranno nel corso del corrente anno consentiranno la rinegoziazione dei tassi con decorrenza 1° gennaio 2003.

Sono considerate valide anche le domande gia' agli atti, che non e' stato possibile accogliere in quanto pervenute oltre il 1° gennaio 2000 per le quali la decorrenza dell'operazione viene fissata al 1° gennaio immediatamente successivo all'anno delle domande stesse.

Le domande trasmesse dalle cooperative edilizie oltre il termine del 31 dicembre 1999, non verranno considerate se, nel frattempo, sia intervenuta la stipula dei mutui edilizi...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA