Tassa riduzione canone, nuovo catasto, più libertà per l'uso diverso ed altri problemi

Autore:Corrado Sforza Fogliani
Pagine:703-705
 
ESTRATTO GRATUITO
703
Arch. loc. e cond. 6/2013
Dottrina
TASSA RIDUZIONE CANONE,
NUOVO CATASTO, PIÙ LIBERTÀ
PER L’USO DIVERSO
ED ALTRI PROBLEMI
di Corrado Sforza Fogliani
SOMMARIO
1. “Badante” condominiale. 2. Telefonate indesiderate. 3.
Redditometro illegittimo. 4. Sviluppo degli spazi verdi. 5.
Riduci il canone? Paghi una tassa. 6. Obbligo di trasparenza
per gli strumenti urbanistici. 7. Come sarà il nuovo Catasto.
8. Uso diverso, occorre aria di libertà.
1. “Badante” condominiale
Con il rinnovo del Ccnl per i dipendenti da proprietari
di fabbricati, firmato da Confedilizia e da Filcams-Cgil/
Fisascat-Cisl/Uiltucs è stata introdotta una nuova figura
professionale: l’assistente familiare, e cioè una sorta di
“badante” o “tagesmutter” condominiale.
L’assistente condominiale, soprattutto se assunto/a
con la funzione di assistere i bambini, può rappresentare
un’ottima soluzione sociale per affrontare e risolvere la
carenza di posti negli asili. Può, inoltre, costituire una va-
lida opportunità lavorativa per le mamme inoccupate, alla
ricerca di un impiego che permetta loro di restare anche
a contatto con i propri figli. Analoga possibilità occupa-
zionale si potrà avere sul versante dell’assistenza a per-
sone anziane autosufficienti. L’assistente condominiale,
inoltre, può rivelarsi anche un’efficace soluzione per chi
voglia solo un piccolo aiuto in casa o semplicemente una
compagnia di qualche ora settimanale: spesse volte, infat-
ti, le poche ore di cui ha necessità una singola famiglia
non sono appetibili per il potenziale lavoratore, mentre
tale inconveniente può essere facilmente superato grazie
all’istituzione dell’assistente in parola. Il lavoratore può
essere invogliato dal numero totale delle ore da effettuare
nella settimana all’interno del condominio, mentre la sin-
gola famiglia avrà solo i costi delle ore effettive fruite (con
il risparmio, poi, derivante dal far gestire tutta la pratica
dall’amministratore di condominio e dal condividere con
gli altri condòmini i costi di gestione del rapporto di lavoro
in questione: infatti, coloro che godono del servizio se ne
assumono le relative spese).
2. Telefonate indesiderate
Per non avere telefonate indesiderate da parte di ope-
ratori di telemarketing per attività commerciali, promo-
zionali o per il compimento di ricerche di mercato tramite
l’uso del telefono, dal 2011 è possibile – in ogni momento e
a qualsiasi ora, anche nei giorni festivi – iscriversi al Regi-
stro Pubblico delle Opposizioni mediante cinque modalità:
tramite web, telefono, raccomandata, email o fax.
L’iscrizione, gratuita e a tempo indeterminato, è rivolta
esclusivamente agli abbonati la cui numerazione è presen-
te negli elenchi telefonici pubblici. Essa è revocabile sen-
za alcuna limitazione e decade automaticamente quando
cambia l’intestatario dell’utenza iscritta o quando si verifi-
ca la cessazione di tale utenza, attraverso l’aggiornamento
automatico del Registro.
Il Registro Pubblico delle Opposizioni mette l’abbonato
al riparo dalle chiamate indesiderate degli operatori di
telemarketing che utilizzano come fonte dei propri con-
tatti gli elenchi telefonici pubblici. In particolare la legge
parla di “vendita diretta”, di “compimento di ricerche di
mercato” e di “comunicazione commerciale”. Tuttavia, vi è
un caso in cui l’iscrizione di un abbonato nel Registro non
esclude il trattamento dei suoi dati per finalità di telemar-
keting; quando l’operatore abbia raccolto i dati da fonti di-
verse dagli elenchi telefonici pubblici, ma con il consenso
dell’interessato (per esempio, in caso di sottoscrizione di
tessere di fidelizzazione, di tessere per raccolta punti, di
particolari promozioni ecc.).
Per richieste di informazioni, risoluzione di problemi
durante la fase d’iscrizione e presentazione di eventuali
reclami, è possibile scrivere una email all’indirizzo di po-
sta elettronica infoabbonati.rpo@fub.it oppure inviare una
lettera per posta ordinaria o raccomandata al seguente in-
dirizzo: Gestore del Registro Pubblico delle Opposizioni –
Informazioni – Ufficio Roma Nomentano – Casella Postale
7212 – 00162 Roma, RM. Ogni ulteriore informazione può
essere acquisita consultando il sito .
3. Redditometro illegittimo
Il decreto ministeriale che ha stabilito i criteri ap-
plicativi del cosiddetto “redditometro” (D.M. 24 dicembre
2012, indicante il “Contenuto induttivo degli elementi
indicativi di capacità contributiva sulla base dei quali può
essere fondata la determinazione sintetica del reddito”) è
illegittimo.
Lo ha stabilito – recependo in toto i contenuti di un’or-
dinanza del Tribunale di Napoli del 21 febbraio 2013 – la

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA