TAR SARDEGNA Sez. II

 
ESTRATTO GRATUITO

Notifica per pubblici proclami

Notifica per pubblici proclami di ricorso e motivi aggiunti in esecuzione Ordinanze R.P.P. nn.341/11-342/11-343/11 dell'intestato TAR ai concorrenti della graduatoria finale idonei operatori d'esercizio all'esito di procedura concorsuale indetta da A.R.S.T. S.p.A., pubblicata sul B.U.R.A.S. n.10 del 8/4/11 parte III, modificata con Deliberazione Presidente A.R.S.T. S.p.A. n.61 del 30/6/11. Ricorsi al TAR Sardegna nn. 588/11-589/11-590/11 proposti da Erdas Renzo, Murru Giulio e Steri Claudio difesi dall'Avv. Salvatore Paolo Satta, domicilio eletto in Cagliari, via Libeccio n.32, contro A.R.S.T. S.p.A., Regione Sardegna e Commissione Giudicatrice, per l'annullamento previa sospensione: della graduatoria finale idonei nella parte in cui non indica i ricorrenti tra i candidati idonei, dell'elenco candidati non idonei alla prova di guida nella parte in cui contempla i ricorrenti, del verbale della prova pratica di guida, del verbale del C.d.A. A.R.S.T. del 28/3/2011 che approva la graduatoria, di tutti gli atti presupposti consequenziali o connessi. I ricorrenti hanno partecipato al concorso per la formazione della graduatoria di operatori d'esercizio indetta dall'A.R.S.T. S.p.A. nel 2008, non superando la prova pratica di guida. Richiedono l'annullamento degli atti suddetti per i seguenti motivi di diritto: I) Violazione di legge: artt. 3 e 97 Costituzione; art. 12 D.P.R. 09.05.1994, n. 487; art. 3 L. 241/1990. Eccesso di potere: motivazione carente o insufficiente. Violazione del principio del buon andamento dell'azione amministrativa. Violazione dei principi di trasparenza amministrativa, di ragionevolezza e di imparzialita'. Cio' per mancata fissazione dei criteri e modalita' di valutazione della prova pratica; II) Violazione di legge: art. 3 L. 241/1990; art. 12 D.P.R. 09.05.1994, n. 487; art. 3 L. 241/1990. Eccesso di potere: motivazione carente o insufficiente. Violazione dei principi di trasparenza, ragionevolezza e imparzialita'. Ingiustizia e illogicita' manifeste conseguenti all'arbitrarieta' del giudizio. Cio' per contraddittorieta' tra la votazione minima ottenuta e l'esperienza maturata. Con motivi aggiunti hanno richiesto l'annullamento della Deliberazione d'urgenza n.61 del 30/6/11 del Presidente A.R.S.T., che dispone lo scorrimento di un posto dei candidati con posizioni tra 159 e 182 e la graduatoria finale degli idonei come modificata, per gli stessi motivi di diritto esplicati nel ricorso...

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA