Sentenza Nº 58331 della Corte Suprema di Cassazione, 27-12-2018

Data di Resoluzione:27 Dicembre 2018
 
ESTRATTO GRATUITO
SENTENZA
sul ricorso proposto da Chetta Rocco Antonio, nato a Taviano il 14.8.154 e
Pirro Antonio Ilario, nato a Galatina il 27.10.1968,
avverso l'ordinanza in data 14.5.2018 del Tribunale del riesame di Napoli,
visti gli atti, il provvedimento impugnato e il ricorso;
udita la relazione svolta dal consigliere Ubalda Macrì;
udito il Pubblico Ministero, in persona del Sostituto Procuratore generale, Stefano
Tocci, che ha concluso chiedendo il rigetto del ricorso;
uditi per gli indagati l'avv. Francesca Grazia Conte e Francesco Vergine che
hanno concluso riportandosi ai motivi
RITENUTO IN FATTO
1.Con ordinanza in data 14.5.2018 il Tribunale del riesame di Napoli ha
confermato l'ordinanza in data 11.4.2018 del Giudice per le indagini preliminari
di Napoli Nord che aveva applicato la misura dell'obbligo di presentazione alla
polizia giudiziaria a Chetta Rocco Antonio e De Pirro Antonio Ilario, gravemente
indiziati, il primo, del reato di emissione di fatture per operazioni inesistenti dal
Gruppo AM S.r.l. alla Bevande Concentrati Succhi Zuccheri S.r.l. (d'ora innanzi
BCSZ), di cui era legale rappresentante, per un importo complessivo di C
2.205.830 nel 2016 e di C 1.801.272 nel 2017, ed il secondo del reato di
Penale Sent. Sez. 3 Num. 58331 Anno 2018
Presidente: LAPALORCIA GRAZIA
Relatore: MACRI' UBALDA
Data Udienza: 20/09/2018
Corte di Cassazione - copia non ufficiale

Per continuare a leggere

RICHIEDI UNA PROVA